CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Varsi: truffe in strada, denunciate due persone

Varsi: truffe in strada, denunciate due persone

30 Nov 2010

Un uomo ed una donna, di origini siciliane

Intenso lavoro nei giorni scorsi per i carabinieri delle Stazioni di Bardi e Varsi, che hanno denunciato a p.l. tre persone per tre distinti episodi, due dei quali riguardanti la truffa consistente nella simulazione di un incidente stradale per ottenere una somma di denaro necessaria per evitare l’insorgere di una controversia con le società assicuratrici. A Varsi: per contrastare questo fenomeno, i militari hanno svolto due indagini; nel primo caso si presentava in caserma un 82enne pensionato del luogo, il quale riferiva che, mentre stava percorrendo la provinciale per Bardi con la propria autovettura, dopo aver superato una vettura ferma sui lati della carreggiata, aveva sentito un colpo sulla carrozzeria, notando che subito dopo il conducente dell’altro mezzo, ripresa la marcia, gli aveva chiesto di fermarsi. L'uomo era quindi sceso in strada e, tenendo in mano lo specchietto retrovisore della propria macchina, aveva contestato all’anziano di averlo rotto e di avergli procurato una vistosa ammaccatura sulla carrozzeria, effettivamente esistente. Il malvivente, in compagnia di una donna, richiedeva quindi un immediato pagamento in contanti di € 1.000,00 per evitare le lungaggini burocratiche delle assicurazioni e, appreso che l’anziano non aveva con sé quella somma, si offriva di accompagnarlo in banca, rassicurandolo che, in caso di pagamento, non avrebbe sporto denuncia all’assicurazione. L’anziano, letteralmente stordito dal fiume di parole del malvivente, accettava e così si recava in banca, prelevando appunto € 1.000,00 e consegnandoli alla coppia di malfattori, che lo stava aspettando all’esterno. In quella circostanza l’uomo estraeva il proprio telefono cellulare e faceva una telefonata, naturalmente falsa, all’assicuratore dell’anziano (che naturalmente non conosceva), garantendo che non avrebbe sporta denuncia. Ottenuta la somma, la coppia si allontanava, mentre l’anziano si dirigeva verso la propria abitazione. Incontrato poi l’assicuratore, gli raccontava l’episodio, apprendendo con sgomento di essere stato truffato, ragion per cui si presentava in caserma per sporgere denuncia sui fatti. Venivano subito avviate le ricerche dei due malviventi che, però, davano inizialmente esito negativo. Qualche giorno dopo, mentre erano in corso le indagini sul primo caso, i militari della stazione venivano avvisati per telefono da un 71enne pensionato del posto che poco prima, mentre stava percorrendo la S.P. 28 con la propria autovettura, aveva vissuto lo stesso  identico episodio. Questa volta, però, il pensionato, insospettitosi, aveva fortunatamente respinto la proposta di pagare 1.000 euro, riferendo che avrebbe chiamato i carabinieri, circostanza che provocava l’immediata fuga della coppia. Sulla base delle indicazioni ricevute i militari davano quindi l’allarme; venivano così istituiti posti di blocco in tutte le strade limitrofe e così la coppia di malviventi veniva fermata a Fornovo Taro dai carabinieri di quel centro, venendo identificati in una donna di 28 anni ed un ragazzo di 18, entrambi di origine siciliana e risultati già noti alle forze di polizia per la commissione di analoghi fatti. Appurato che in quel giorno non avevano compiuto nessuna truffa, non essendo sussistenti gli elementi per limitare la loro libertà, i due venivano invitati a lasciare il territorio. Le conseguente indagini permettevano di accertare che essi erano stati responsabili anche della truffa di € 1.000,00, per cui venivano denunciati alla Procura della Repubblica di Parma. Al riguardo i carabinieri segnalano l’episodio sia per rendere edotti i lettori su tali specifiche condotte delittuose, sia per richiedere a coloro che ne fossero stati vittime nel territorio di questa Compagnia a contattare subito la Stazione CC competente per territorio. A Bardi, invece, il secondo episodio vedeva direttamente protagonisti i militari che, impegnati in un servizio notturno, notata una vettura percorrere ad alta velocità il centro abitato, la raggiungevano immediatamente, intimando l’alt. Identificato quindi il conducente e constatato che egli era in evidente stato di ebbrezza, richiedevano l’intervento della pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, che lo sottoponeva all’esame dell’alcooltest, accertando che egli aveva un tasso alcoolemico ben superiore al limite consentito dalla legge penale (0,5 grammi di alcool per litro di sangue), ragion per cui il veicolo veniva sequestrato e la sua patente ritirata (con la decurtazione di 10 punti), con la conseguente denuncia all’A.G..  
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto