CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Emissioni a Borgotaro: nuove, numerose segnalazioni dei cittadini

Emissioni a Borgotaro: nuove, numerose segnalazioni dei cittadini

12 Gen 2018

Non solo nel quartiere San Rocco, ma anche in diverse zone del capoluogo 

Anno nuovo, odori vecchi. I problemi odorigeni, a Borgotaro, sono tornati a farsi sentire dopo lo stop delle vacanze natalizie. Diverse segnalazioni, tra lunedì ed ieri, sono pervenute al comitato L’Aria del Borgo, in particolare dal quartiere di San Rocco. Un problema, dunque che, malgrado le rassicurazioni, non è stato ancora risolto anche se, come sottolinea il comitato, era un fastidio prevedibile, ma trascurato.

Nell’ultima seduta del Consiglio comunale, del 27 dicembre, il sindaco Diego Rossi ha consegnato risposta all’interrogazione sul tema delle implicazioni sanitarie del caso Laminam, che il consigliere di minoranza Salvatore Vignali aveva presentato nel mese di maggio dello stesso anno. In quel documento , che in larga parte è costituito dalla solita cronistoria delle attività svolte dalla Conferenza dei Servizi, troviamo inclusa la risposta che Ausl ha fornito all’interrogazione del consigliere regionale Fabio Rainieri, dove l’Azienda Sanitaria scrive: “ La problematica odorigena non è considerata tra i possibili effetti legati a questo tipo di produzione e come tale non è stata oggetto  finora di regolamentazione a livello regionale e nazionale.  Tradotto: il problema non era prevedibile. Ma come? Siamo davvero sicuri che per quel tipo di produzione non ci fosse già una cospicua letteratura che l’associava a problemi di carattere odorigeno? Come nell’emanazione di linee guida per l’individuazione e l’utilizzazione delle migliori tecniche disponibili, in materia di fabbricazione di vetro, fritte vetrose e prodotti ceramici. In tale documento si legge che le emissioni calde possono contenere tenori variabili di Sostanze Organiche Volatili. L’emissione dipende dalla natura e dalla quantità degli additivi organici utilizzati, e dalle condizioni operative del forno. Tali emissioni, che possono includere sostanze odorifere, non vengono significativamente influenzate dai processi di depurazione sopra citati. Allo stato attuale delle conoscenze e delle esperienze l’adozione di processi di abbattimento specifici appare non giustificata: le emissioni di partenza sono già di intensità limitata, e le concentrazioni di sostanze sono piuttosto basse . In queste condizioni, i livelli tipici di efficienza di abbattimento dei post-combustori termici o catalitici, ed anche degli assorbitori a carboni attivi, sono tali da non prefigurare riduzioni significative in termini assoluti dell’emissione di Sostanze Organiche Volatili.In più, non è assicurato l’abbattimento delle sostanze odorifere fino a livelli inferiori rispetto alla soglia olfattiva, per cui il problema odori potrebbe continuare a persistere. Per questi motivi il rapporto costi/efficacia associato alle tecniche in esame è decisamente sfavorevole per le emissioni da forni di cottura delle piastrelle di ceramica. Studi sono comunque in corso su questo tema.

Dunque, il problema odorigeno era già noto, almeno da dieci anni, così come erano note le difficoltà di abbattimento, anche con l’utilizzo di carboni attivi. Sulla tecnologia dei carboni attivi, che è stata introdotta come soluzione innovativa solo dopo aver ammorbato per mesi i cittadini di Borgotaro, se ne parla già nel documento sopracitato e se ne trova traccia anche in documenti più recenti, come l’intervista del novembre 2014 al Responsabile scientifico di Studio Alfa, Ivano Panini, che spiega come l’avvento della serigrafia digitale abbia generato l’insorgere del problema odorigeno e la conseguente sperimentazione di sistemi di abbattimento a filtri a carboni attivi. Dunque, in questa intervista del 2014 si parla di filtri a carboni attivi come soluzione già in fase di sperimentazione! Infine, per arrivare ai giorni nostri, vi è un video, dell’ottobre 2017, dove il prof. Mariano Paganelli, consulente e imprenditore del settore, racconta l’evoluzione degli inchiostri digitali  e ammette che un problema che è stato “sottovalutato, anzi ignorato, è cosa si sviluppa quando questa roba (componenti organici degli inchiostri) brucia!
Nello stesso video, l’Ing. 
Franco Stefani di Laminam ammette che da un territorio ad un altro ci sono variabili notevolissime che possono produrre un impatto odorigeno più o meno elevato.

 

 

Comunicato: comitato L’Aria del Borgo

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Emanuele Berni, Cesare Groppi

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto