CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Maltempo: emergenza non ancora finita; centinaia di alberi caduti, strade chiuse

Maltempo: emergenza non ancora finita; centinaia di alberi caduti, strade chiuse

13 Dic 2017

In alcune località di Berceto manca la luce da domenica sera

Si potrebbe chiamare la quiete dopo la tempesta, la giornata di ieri. Una giornata che, dopo quella di lunedì e la serata di domenica, ha fatto tirare un po' il fiato a tutti. Ore interminabili di paura, apprensione, grandi disagi, controlli, emergenze. Dalla Valtaro alla Valceno, praticamente nessun comune è stato risparmiato dall’ondata di maltempo che, per oltre 30 ore ha imperversato, senza tregua, sul nostro territorio. Prima col vetro ghiaccio, che ha reso impraticabili molte strade, che ha fatto crollare numerose piante e rami, poi con la pioggia battente ed il vento forte, che hanno ulteriormente peggiorato una situazione già al limite. Ancora ieri pomeriggio e questa notte diversi i disagi e le problematiche che hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco volontari, dei carabinieri, che hanno ricevuto, anche questa notte, numerose chiamate, e della Protezione civile. In serata, la piena del fiume Taro ha minacciato la sede stradale a Casello di Compiano, andando a corrodere una parte della pista ciclabile. A Borgotaro da ieri pomeriggio, fino alla tarda notte, il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile ha continuato a monitorare costantemente la situazione sul territorio. Con il miglioramento delle condizioni meteo, la situazione del fiume Taro è tornata a livelli normali. “Stiamo comunque – ha sottolineato il sindaco, Diego Rossi - continuando a verificare la situazione sulla viabilità comunale e sul territorio”. Dalla tarda mattinata di ieri i campi limitrofi al fiume e le zone di espansione, così come buona parte della ciclabile a monte del paese, si sono allagati. L’allerta della Protezione civile era massima, in costante contatto con le varie autorità di controllo e di pronto intervento. Per molti cittadini di Borgotaro è stata una notte insonne: in molti, sugli argini e in prossimità del ponte di San Rocco, ad osservare con preoccupazione le acque piene di detriti del fiume, in crescita costante. Sotto stretta osservazione sono state anche la zona abitata di Iera Campana, la ciclabile e la zona industriale di via Primo Brindani. La piena è passata alle 23,30 circa, senza causare grossi danni. Da ieri, nel primo pomeriggio, non si transitava in via De Gasperi, nel tratto tra la ditta Oppimitti ed il raccordo del ponte Scodellino, per la presenza di parecchi centimetri di acqua per la strada. Nella tarda mattinata il traffico è stato riaperto, a senso unico alternato, con l’ausilio di un semaforo. Sono caduti anche diversi massi. A Bedonia sono diversi ed importanti, invece, i danni causati dall’ondata di maltempo. Le frazioni più colpite Anzola, Romezzano, Spora e Casalporino, dove i ponti sono stati chiusi e l’acqua fuoriusciva dai tombini. Coinvolte anche alcune case, che hanno riportato alcuni danni. 40 volontari della Croce Rossa e della protezione civile sono stati impegnati per ore, al fine di mantenere la situazione sotto controllo. Situazione decisamente complicata anche nel comune di Tornolo, dove il fiume Taro ha creato seri problemi alla popolazione. il ponte di Casello di Santa Maria è stato chiuso, isolando di fatto diverse famiglie. Si è dovuto chiudere anche il cavalcavia sul Ceno, nel tratto che collega Anzola con le frazioni di Spora e Romezzano. Grandi disagi anche quelli registrati a Berceto, con centinaia di abitazioni in interi paesi, come Ghiare, Lozzola, Pellerzo, Bergotto e Corchia, rimasti senza luce sino al primo pomeriggio di oggi. Mentre al Medolo, le Chiastre ed altre località, l’Enel ha cercato di ripristinare il collegamento nel pomeriggio. manca ancora corrente elettrica in diversi comuni e frazioni. Numerose le squadre dell’Enel al lavoro sull’intero territorio non solo di Berceto, ma di tutta la montagna. Molte ancora le vie chiuse ai mezzi a Berceto e Solignano. Nella valle del Gotra è stato chiuso il ponte al Groppo, ed altre tre passerelle sono costantemente monitorate dalla Protezione civile; a rischio anche il cavalcavia del Taro. Blackuot dell’energia elettrica, per numerose ore. A Serra di Compiano e a Sugremaro, la luce è mancata dalle 11 alle 19.30 di ieri sera. Per la frazione di Isola questa mattina si stava ancora lavorando per ridare l’energia elettrica. Problemi di blackout anche in alcune frazioni di Albareto, Borgotaro, Bedonia, Valmozzola, Stazione e Solignano: qui alcune case hanno riavuto l’elettricità grazie ad un generatore, altre invece, questa mattina, risultavano ancora sprovviste. A Bardi, in Valceno, dopo lo spettacolo del vetroghiaccio, che ha lasciato davvero senza fiato, si è dovuto fare i conti con i problemi: alberi caduti a terra, strade ostruite o bloccate, Questa mattina l’amministrazione comunale ha provveduto a far ripulire piazza Vittoria, mentre via Arandora Star si presentava ancora con tanti rami a terra, caduti dagli alberi. Sempre nel capoluogo della Valceno, ci sono stati segnalati parecchi alberi crollati al parco Poggio, recentemente inaugurato, molti rami divelti ostruiscono la strada che porta al parco e, la caduta di alcuni alberi ha rotto anche la griglia. Cellulari in til, luce a singhiozzo. In Valceno interventi si sono registrati anche a Varsi, mentre a Bore e Varan i problemi rimangono circoscritti. L’intero territorio è stato presidiato dagli uomini della Protezione civili, dai carabinieri e dai vigili del fuoco, nonché dai tecnici comunali. Oggi tutte le scuole sono rimaste chiuse. Il peggio, dice il meteo, sembra essere davvero passato. Incrociamo le dita

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto