CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Valli Taro e Ceno: un patto per un nuovo sviluppo

Valli Taro e Ceno: un patto per un nuovo sviluppo

23 Lug 2010

Il documento, approvato dal consiglio della Comunità montana, indica azioni per rilanciare il territorio

Trovare al più presto una soluzione per risolvere la “questione” Fincuoghi ma anche porsi degli obiettivi a lungo termine per rilanciare le valli del Taro e del Ceno, studiando formule innovative per un nuovo sviluppo economico, investendo ad esempio sulla formazione professionale, sull’utilizzo di fonti di energia rinnovabile o ancora valutando la possibilità di attivare un “laboratorio di alta valle” finalizzato alla ricerca industriale. Questi i principali contenuti del “Patto per un nuovo sviluppo delle Valli del Taro e del Ceno”, il documento approvato dal Consiglio della Comunità montana Ovest, che sarà presto allargato alle rappresentanze delle forze sociali per un loro coinvolgimento attivo nel progetto. La Comunità montana ha quindi deciso di farsi promotrice di una serie di azioni per rilanciare l’Appennino in un momento di crisi che sta colpendo tutto il territorio e in modo particolare le zone montane: la situazione attuale è infatti caratterizzata dall’entrata in crisi dei pochi settori produttivi esistenti nelle due vallate, soprattutto quello ceramico e quello dei motorini elettrici. L’accordo ha l’obiettivo non solo di salvaguardare gli attuali livelli occupazionali e i redditi, ma anche di occuparsi in una prima fase della situazione della Fincuoghi, grazie anche all’aiuto di Soprip spa, e in un secondo tempo di programmare interventi che portino a un rilancio economico delle valli del Taro e del Ceno. “L’obiettivo di questo patto è quello di dare delle risposte in un momento di particolare difficoltà, di una crisi generale che ha colpito anche il nostro Appennino. Risposte che per funzionare devono essere corali - ha detto il vicepresidente della Provincia Pier Luigi Ferrari, presentando l’accordo questa mattina nell’Ente di piazza della Pace –. Ecco perché è importante questo patto, che mira a coinvolgere diversi attori del territorio per fare in modo che la nostra montagna possa davvero guardare al futuro”. Sull’importanza del lavoro di squadra si è soffermato anche Luigi Bassi, presidente della Comunità montana Valli Taro e Ceno: “Il documento è stato votato quasi all’unanimità dai consiglieri della Comunità montana. È dunque un esempio lampante di sinergia e dimostra una grande unità d’intenti: solo così potremo uscire da questo momento di difficoltà”. “La crisi ha colpito soprattutto il nostro territorio ma noi non possiamo arrenderci né rispondere con la commiserazione, dobbiamo piuttosto reagire - ha affermato il sindaco di Bedonia Carlo Berni -. È necessario quindi lavorare tutti insieme per riuscire a dare risposte concrete, soprattutto per quanto riguarda il futuro dello stabilimento di Bedonia”.    
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto