CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Legambiente: "blocchiamo il nuovo pozzo Norda di Masanti"

Legambiente: "blocchiamo il nuovo pozzo Norda di Masanti"

21 Dic 2016

La richiesta inoltrata alla Regione

Legambiente esprime tutta la sua preoccupazione per la richiesta di Norda di aprire un nuovo pozzo per l’estrazione di acqua minerale sul monte Pelpi, nel Comune di Bedonia.

 

Ricordiamo che la ditta Norda, proprietaria di due stabilimenti per l’imbottigliamento delle minerali, ha avuto ed ha problemi con la popolazione sia a Tarsogno (Tornolo) che a Masanti (Bedonia). Nel primo caso i Cittadini han denunciato scarsità o peggio mancanze d’acqua al rubinetto tanto che alcuni si sono rivolti all’Autorità Giudiziaria, citando non l’azienda ma gli Organi Pubblici che hanno autorizzato a loro dire un prelievo esagerato. A Masanti, dove Norda ha già la concessione per ben 5 sorgenti e 2 pozzi, la ditta deve confrontarsi con l’opposizione dei cittadini di tre Comuni che temono per il destino di ruscelli tutelati dalla Provincia, frane ed incidenti per l’enorme traffico di Tir in strade anguste, l’abbassamento delle falde, il danno per la flora e fauna ittica protette dalle Leggi Europee e Regionali e soprattutto la mancanza d’acqua dai loro rubinetti nel futuro. Ed ora è pendente la nuova richiesta della ditta, di un ulteriore pozzo a quota 1.270 s.l.m. dove esiste un acquedotto ad uso civile a soli 280 metri di distanza e sottostrada rispetto all’ubicazione del pozzo ad uso industriale.

 

La richiesta della Norda riporta all’attenzione, inoltre, l’indebito profitto che le aziende delle acque minerali ricavano a causa dell’inezia fiscale che devono corrispondere, dovuta alla sottovalutazione del problema da parte delle Regioni. Basti pensare che in Emilia-Romagna le aziende estrattrici di acqua pagano in tasse, per lo sfruttamento dei giacimenti acquiferi, solo 19 euro per ettaro. Non si paga per litri prelevati: vi sono casi di aziende che pagano importi inferiori fino a 15 volte di ciò che sborsano i cittadini per ogni litro utilizzato, nei loro pozzi privati.

Una situazione inconcepibile. Varie proposte presentate da Consiglieri Regionali per ovviare a tale situazione sono sempre cadute nel vuoto. Il mancato introito per l’Erario negli anni ammonta a vari milioni di euro.

 

A livello locale Legambiente Parma ha chiesto circa 8 anni or sono di ottenere dalla Provincia – all’epoca deputata al settore – 10 specificazioni per la tutela della risorsa. Richieste che purtroppo non hanno mai avuto risposta.

 

Dopo il referendum relativo all’acqua pubblica, che ha visto la nostra associazione schierarsi nettamente contro il progetto di privatizzazione, oggi si parla molto meno di questo bene essenziale.

Legambiente intende oggi rimettere sotto i riflettori un settore che, pur essendo una piccola parte della tematica, è sintomatico di una carenza nella legislazione a livello Nazionale così come in quello Regionale: quello delle acque minerali.

 

 

Pertanto Legambiente chiede alla Regione Emilia-Romagna di bloccare la richiesta della Norda, con una sorta di moratoria, ed aprire un percorso partecipativo che porti alla ridefinizione delle normative e della gestione del settore.

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papÓ Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pi¨ occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole Ŕ assente Ú sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto