CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Il sito di Kale a Borgotaro tornerà in funzione

Il sito di Kale a Borgotaro tornerā in funzione

28 Ott 2015

Grazie ad una newco costituita da Kale Italia e Terre di Badia

Lo stabilimento Kale di Borgotaro non chiuderà e proseguirà la propria attività produttiva. La notizia è arrivata ieri, come un fulmine a ciel sereno, nel corso dell'assemblea dei lavoratori, indetta dalle organizzazioni sindacali per fare il punto della situazione in vista della scadenza della cassa integrazione in deroga dei dipendenti. La ditta Kale ha raggiunto un importante accordo commerciale di partnership per la creazione di una newco, ovvero una nuova azienda, costituita da Kale Italia, che deterrà il 49% e da Terrre di Badia, di Castelnovo Monti, che avrà il 51%, che garantirà così la ripresa dell'attività produttiva del sito di Borgotaro. Una notizia nella quale, diciamo la verità, nessuno più credeva, la Kale in primis che, come ricorderete, il 19 dicembre scorso, non solo diede la notizia della chiusura dello stabilimento della Valtaro, ma tentò subito dopo di svuotare il sito. E qui entrò in gioco il forte attaccamento al posto di lavoro dei dipendenti che, invece di subire passivamente un finale che pareva già scritto, si mobilitarono da subito e diedero vita ad un imponente presidio all'esterno della Kale, che durò per ben 45 giorni, unico nella storia della nostra provincia. Supportati dalle organizzazioni sindacali, che hannno preteso la cassa integrazione in deroga, proprio per avere cinque mesi in più di trattative con la proprietà e dalle istituzioni, e la salvaguardia e la tutela degli impianti, non hanno mai mollato. Hanno ottenuto che nessun materiale venisse spostato dallo stabilimento che, a tutt'oggi è integro e perfettamente in grado di ripartire con la produzione, solo schiacciando un interruttore. Hanno ottenuto l'attenzione ed il coinvolgimento delle istituzioni, a tutti i livelli: locali, provinciali, regionali e nazionali che, unendo le forze, hanno tessuto una tela che ha portato a continui confronti e trattative serrate. E se oggi il futuro di questo stabilimento è la ripartenza, tanto del merito va a tutti loro, che ci hanno creduto e non hanno abbassato la testa, che hanno lottato, gli uni per il proprio posto di lavoro, gli altri perchè la montagna non perdesse un altro tassello fondamentale per la propria sopravvivenza.

Si tratta – commentano all'unisono CGIL, CISL e UIL -

 

di un grande risultato sindacale e politico per tutti i soggetti che, a vario titolo, si sono impegnati negli ultimi mesi per il raggiungimento di questo obiettivo, di grande valenza sia occupazionale che sociale”. È già stato richiesto per i prossimi giorni un incontro a Bologna presso l’assessorato alle Attività Produttive per definire tempi e modalità della riapertura.

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto