CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Sanità: oggi convegno nazionale

Sanità: oggi convegno nazionale

18 Giu 2010

A Borgotaro, presso la sede della Comunità montana

“Percorsi socio-sanitari nelle Zone di Montagna” è il titolo del Convegno nazionale, organizzato dall’Azienda USL di Parma, che si terrà a Borgotaro, nella Sala Conferenze della Comunità Montana, domani, a partire dalle 9, alla presenza dell’Assessore Politiche per la Salute della Regione Emilia – Romagna, Carlo Lusenti. La giornata è occasione per condividere le progettualità e le idee innovative in grado di rispondere ai bisogni veri della popolazione e finalizzate a migliorare la qualità dei servizi sociali e sanitari in aree particolarmente disagiate, quali, appunto, quelle della montagna. Saranno rappresentante e messe a confronto le diverse esperienze sviluppate dall’Azienda USL di Parma - nei Distretti Sud-Est e Valli Taro-Ceno – e anche quelle di altre Regioni, quali la Lombardia, la Toscana, la Basilicata e la Sardegna. Questo il programma della giornata: ore 09.00:            Registrazione dei partecipanti ore 09.30:             Saluti delle Autorità ore 10.00:            Introduzione, Massimo Fabi, Direttore Generale AUSL di Parma ore 10.30:            Servizi socio-sanitari in montagna e innovazione”, Giovanna Faenzi                         Dirigente area di coordinamento delle politiche sociali integrate Regione             Toscana ore 11.00:            “I piccoli Comuni e la sanità nelle zone montane”, Umberto Oppus,                         Direttore Generale ANCI e Presidente Uncem per la Regione Sardegna ore 11.30:             Coffee break ore 12.00:            “Alleanze di professionisti per la salute in un distretto di montagna”,                         Giuseppina Frattini, Direttore Distretto Valli Taro e Ceno AUSL di Parma ore 12.30:            “Funzionalità e specificità della sanità di montagna, la riorganizzazione                                                 dell’Ospedale di Stigliano”,                         Antonio Barisano, Vice Sindaco del Comune di Stigliano (MT)                                       ore 13.00:            Pausa pranzo ore 14.30:            Intervento dell’Assessore Politiche per la Salute della Regione Emilia-                                                Romagna, Carlo Lusenti   ore 15.00:            “Il servizio sociale territoriale: profili di qualità per i servizi in montagna”,                         Raffaele Tomba, Responsabile Area Innovazione Sociale,             Regione Emilia-Romagna ore 15.30:            “Sostegno alla domiciliarità nella rete integrata dei servizi socio-sanitari”,                         Rita Cavazzini, Direttore Distretto Sud-Est AUSL di Parma – Giordano Bricoli,                                     Presidente Comunità Montana Unione dei Comuni Parma Est ore 16.00:            “Scenari di sostenibilità: la nuova centralità dei bisogni e dei servizi alla persona.                       Ipotesi e sperimentazioni in una valle alpina”, Bruno Vigilio Turra, esperto Uncem   ore 16.30:            “Piano di zona – Consorzio servizi Val Cavallina”, Benvenuto Gamba,                                                Responsabile Servizi Sociali ambito territoriale Val Cavallina (BG) ore 17.00:            Discussione ore 17.30:            Conclusioni, Vincenzo Bernazzoli, Presidente Conferenza Territoriale                                           Sociale e Sanitaria di Parma Modera i lavori: Ettore Brianti, Direttore Sanitario AUSL di Parma.   L'Organizzazione e i Servizi Sanitari nelle zone di montagna in provincia di Parma, alcuni dati: Il contesto di riferimento Nel distretto Valli Taro e Ceno, la popolazione residente all'1/1/2009, era di 46.658 abitanti, di cui 23.096 maschi e 23.562 femmine. L'8% è rappresentato da stranieri (provenienti, nell'ordine, da Marocco, Romania e Albania). Sempre riguardo alla popolazione, l'11,5% ha un'età compresa tra gli  0 e i 14 anni, il 61,4% è nella fascia 15-64, il 12,6% 65-74 e il 14,5% ha un'età superiore ai 75 anni. Nel distretto Sud-Est, la popolazione residente sempre all'1/1/2009, era di 73.166 abitanti, di cui 36.208 maschi e 36.958 femmine. Il 9,4% è rappresentato da stranieri (provenienti, nell'ordine, da Marocco e Romania).  Sempre riguardo alla popolazione, il 13,1% ha un'età compresa tra gli 0 e i 14 anni, il 64,7% è nella fascia 15-64, l'11% 65-74 e l'11,7% ha un'età superiore ai 75 anni. Nel distretto Valli Taro e Ceno, il 52,9% della popolazione risiede in zone di montagna e il 47,1% in zone collinari, mentre nel Distretto Sud-est, l'8,9% della popolazione vive in zone di montagna, il 77% in collina e il 14,1% in pianura.   La rete assistenziale (dati 2009) Nel Distretto Valli Taro e Ceno sono attivi 5 poliambulatori (a: Borgotaro, Fornovo,   Bardi, Bedonia,  Medesano); 8 Consultori familiari (a: Borgotaro, Fornovo, Bedonia, Bardi, Bore, Pellegrino P.se, Medesano, Berceto); 2 Ser.T. (a: Borgotaro e Fornovo); 3 Centri di salute mentale (a: Borgotaro, Fornovo, Pellegrino P.se); n. 8 posti letto di hospice (a Borgotaro). Nel Distretto Sud-Est sono attivi 3 poliambulatori (a: Langhirano, Sala Baganza, Traversetolo); 10 Consultori familiari (a: Langhirano, Monchio, Palanzano, Corniglio, Tizzano, Neviano, Calestano, Montechiarugolo, Collecchio, Traversetolo); 1 Sert (a Langhirano); 3 Centri di salute mentale (a: Langhirano, Collecchio, Monchio); n. 12 posti letto di hospice (a Langhirano).   L'assistenza domiciliare Nel Distretto Valli Taro e Ceno, nel 2009, sono state assistite al proprio domicilio n. 1085 persone. Nel Distretto Sud-Est, nel 2009, sono state assistite al proprio domicilio n. 1772 persone. Sono attivi quattro punti, in fase di sviluppo di servizi di Telecardiologia, oltre a un progetto sperimentale di demotica in un gruppo appartamento. In entrambi Distretti, circa il 50% delle persone assistite ha un'età compresa tra i 75 e gli 84 anni, la restante parte, ne ha 85 o più.    L'assistenza specialistica ambulatoriale (dati 2009) I punti di accesso alle prenotazioni di visite ed esami specialistici nel Distretto Valli Taro e Ceno L'assistenza ospedaliera (dati 2009)   L'Ospedale “Santa Maria” di Borgotaro L’Ospedale di Borgotaro, dotato di 121 posti letto, continua nel consolidamento delle proprie caratteristiche di ospedale generale per acuti e post acuti, di riferimento per il territorio del Distretto Valli Taro e Ceno; nonché il proprio pieno inserimento nella rete ospedaliera della provincia di Parma e della Regione Emilia-Romagna, secondo il modello regionale di Hub and Spoke. Nel 2009, si rileva un aumento di 114 ricoveri (2,9%) passati da 3.940 del 2008 a 4.054. questo aumento ha riguardato sia l’attività a favore dei residenti, cresciuta in maniera significativa (+110 casi).   Gli investimenti finanziati da fondi statali e della Regione Emilia-Romagna: 2003 Realizzazione del Centro Cure Palliative-Hospice Territoriale di Borgotaro (importo totale 1,1 milioni di euro, di cui 929.000 euro con fondi dello Stato relativi al Programma Hospice) 2006 Costruzione sopralzo per realizzazione nuovi reparti di ginecologia e ostetricia; altri interventi di adeguamento al D.Lgs 626/94 (importo totale 2 milioni di euro, di cui 1.962.000 a carico dello Stato e 103.000 euro a carico della Regione Emilia-Romagna)   Interventi in corso Realizzazione di Elisuperficie ed annesso parcheggio autoveicoli, le opere di progetto riguardano: la realizzazione di un'elisuperficie a terra a servizio esclusivo della struttura ospedaliera, per l’effettuazione di attività aerea diurna. La piazzola sarà raggiungibile direttamente dall’ambulanza mediante un percorso dedicato ed attraverso un accesso carraio regolamentato; la realizzazione di due nuove aree, disposte su quote altimetriche differenti, collocate nell’attuale area verde ad Ovest della struttura ospedaliera. L’area parcheggio sarà in parte coperta e in parte scoperta, per una capienza totale di 61 autoveicoli. Costo complessivo d’intervento: 600.000 euro, interamente finanziato mediante fondi regionali compresi nell’ambito del quinto aggiornamento del Programma Regionale di Investimenti in Sanità.       Altri investimenti di prossima realizzazione   Acquisizione ed installazione di TAC a 16 strati: Nell’ambito del progetto aziendale per la digitalizzazione delle apparecchiature di diagnostica radiologica e mammografia, è prevista attraverso l’acquisizione di nuove apparecchiature digitali, tra cui un Tomografo Assiale Computerizzato a 16 strati, che verrà installato presso l’U.O. di Radiologia. Costo dell’apparecchiatura: 350.000 euro (Iva esclusa). Acquisizione ed installazione di un Tomografo a Risonanza Magnetica da 1,5 Tesla: Le apparecchiature diagnostiche in dotazione all’U.O. di Radiologia verranno ulteriormente ampliate attraverso l’acquisizione e l’installazione di un Tomografo a Risonanza Magnetica chiusa da 1,5 Tesla, apparecchiatura attualmente non presente presso la struttura ospedaliera, e che entrerà in funzione entro fine 2010. Costo previsto acquisizione e installazione: 1.300.000, in parte finanziato mediante un contributo concesso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Parma per Euro 1.000.000 e in parte con fondi aziendali. Riqualificazione sale operatorie: Dopo il recente intervento che ha permesso l’attivazione di una terza sala operatoria, le sale operatorie del comparto verranno ora ulteriormente riqualificate nei locali e nelle attrezzature, con l’installazione di nuovi tavoli operatori a colonna fissa e la sostituzione delle apparecchiature dedicate alla sterilizzazione dello strumentario chirurgico. Investimento complessivo previsto: 465.000 euro, finanziato con fondi aziendali. Tinteggio facciate esterne per un importo complessivo di 120.000 euro.  
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto