CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Berceto: si pensa ad una mini centrale idroelettrica

Berceto: si pensa ad una mini centrale idroelettrica

24 Feb 2015

Da realizzare nei pressi del depuratore 

Le energie rinnovabili, e in particolare, la possibilità di realizzare una mini-centrale idroelettrica nei pressi del depuratore di Berceto, sono state al centro dell’incontro che si è tenuto venerdì nella sala consiliare del Municipio. Alla riunione erano presenti l’amministrazione comunale; Marco Rocchetta e Patrizia Barbagli, dirigenti della Cassa di Risparmio di Parma & Piacenza; l’architetto Emanuele Mazzadi. Ha introdotto il sindaco Luigi Lucchi: <Da oltre un anno non si presenta più nessuno ma dal 2009 abbiamo ricevuto in Comune 528 persone che hanno proposto progetti legati alle energie rinnovabili. A nessuno è stato detto di no, ma abbiamo sempre ribadito che le energie rinnovabili non devono compromettere il nostro ambiente e devono portare benefici a ogni singolo abitante di Berceto. Da qui l’idea di un azionariato diffuso per realizzare un mini-impianto idroelettrico nei pressi del depuratore: ogni cittadino può diventare socio finanziatore con un investimento non superiore ai mille euro>. La parola è poi passata all’architetto Mazzadi il quale, con l’aiuto di numerose diapositive, ha chiarito il funzionamento delle turbine, partendo dal funzionamento dei mulini ad acqua , < che sono il primo impianto meccanizzato della storia dell’umanità>. Mazzadi ha parlato anche dei possibili costi del mini-idroelettrico a Berceto che si aggirano intorno ai 250.000 euro . E qui è entrata in gioco anche la Cariparma con l’intervento del dottor Rocchetta, il quale ha spiegato che <l’istituto è molto attento alle iniziative nel suo territorio e in questo momento le mini-centrali idroelettriche sono le uniche che possono ricevere finanziamenti in quanto investimenti sicuramente recuperabili>. Il dottor Rocchetta ha poi illustrato il metodo di valutazione tecnico-economica dei progetti operati dalla sua banca, chiarendo però che l’ente o l’associazione che si occupa del progetto stesso, deve garantire un apporto economico minimo del 30% sul totale dell’importo necessario. La banca quindi può intervenire con un finanziamento fino a un massimo del 70% il quale viene erogato in tre diverse fasi: il 60% dietro presentazione della prime fatture, il 30% all’allaccio dell’impianto alla rete elettrica e infine il 10% alla ricezione dell’incentivo Gse.      
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto