CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Bore: salviamo la scuola materna

Bore: salviamo la scuola materna

01 Giu 2010

A caccia di bambini, perchè non chiuda

L’amministrazioend i Bore e gli abitanti sperano che la scuola materna si possa salvare. Sul futuro di questa struttura, infatti, nessuno si è ancora pronunciato ufficialmente ma, inutile dire che, la tensione è alta, anche perché, solose settimane fa, questo servizio sembrava destinato a sparire. Una vera tegola caduta addosso, in modo inaspettato,c he ha fatto cercare tutte le soluzioni possibili e ha ingenerato una vera e propria caccia agli iscritti, unico modo per savare la struttura. ‘Speriamo proprio di avercela fatta – commenta il sindaco Fausto Ralli – ma ad oggi non c’è nessuna conferma ufficiale’. Il pericolo chiusura per il prossimo anno sipresentato sotto forma di una missiva, inviata dall’Ufficio scolastico provinciale sia in Comune che all’Istituto comprensivo Val Ceno, di cui le scuole di Bore fanno parte, nella quale si speiogava che le sezioni della materna dovevano essere composte da un minimo di 18 bambini. ‘Dall’esame dei dati relativi agli alunni – si leggeva - si evince che la scuola dell’infanzia di Bore non rientra nei parametri fissati dal nuovo regolamento’. Quindi l’invito al sindaco e al dirigente scolastico ‘di valutare l’adozione di soluzioni diverse, anche mediante il trasporto degli alunni nei comuni vicini.’Ipotesi rigettata in toto dal sindaco che, con 17 iscriti, dunque per un solo bambino, non poteva pensare di rishiare davvero la chiusura . Ralli, carta e penna alla mano, ha scitto una lettera listata a lutto e l’ha spedita, tra gli altri, al Capo dello Stato, al ministro Mariastella Gelmini, al dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Armando Acri e ai presidenti di Regione e Provincia Vasco Errani e Vincenzo Bernazzoli. L’intenzione di non arrendersi, scirtta nero su bianco, nelle due pagine della missiva (posizione condivisa anche dal dirigente dell’istituto comprensivo Aluisi Tosolini) si è concretizzata nei fatti. ‘Ci hanno messo nella condizione di andare a caccia di bambini – prosegue il primo cittadino – ma alla fine siamo riusciti a iscriverne due in più.’ E così il numero di iecirtiti, oggi,  è19, oltre la soglia di sopravvivenza. «Chiudere - ricorda il sindaco - significherebbe portare bambini di 3-5 anni a Bardi, Varsi, Varano o Pellegrino (e quindi a 18, 22, 25 e 17 chilometri da Bore). Dovremmo farli alzare alle 6 e caricarli su un pulmino con il ghiaccio e la neve dell’inverno. Il risultato? Le famiglie giovani, che sono quelle che hanno in mano le attività del paese, se ne andrebbero. Sarebbe la morte sociale». C'è una cosa che però il sindaco tiene a precisare: nessuno incolpa il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Armando Acri di quanto successo: «E' una persona squisita e disponibile e capisco che debba sottostare alle circolari ministeriali. Piuttosto, non capisco chi le fa».
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto