CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



La morte del Maestro Giorgio Gaslini

La morte del Maestro Giorgio Gaslini

30 Lug 2014

Camera ardente all'auditorium Mosoni

È morto ieri mattina, ad 84 anni, all'ospedale Santa Maria, dove era ricoverato da circa un mese, in seguito ad una caduta a Montererosso, il musicista Giorgio Gaslini. Nato a Milano il 22 ottobre 1929, Gaslini da oltre un ventennio aveva scelto la Valtaro, Borgotaro in particolare, prima come il suo buen retiro e, in seguito, come propria residenza . Compositore, direttore d'orchestra e pianista, il maestro Gaslini è stato autore anche di colonne sonore. Una su tutte, quella del film di Dario Argento “Profondo Rosso”. Una lunga carriera, la sua, ricca di grandi soddisfazioni mondiali, nella quale ha tenuto oltre 4000 concerti. Ed una grande passione, quella per il jazz, che affiancava a quella per la musica classica. Giorgio Gaslini è stato non solo compositore, ma anche direttore d'orchestra e pianista. Giorgio Gaslini. Gli appassionati di musica jazz lo ricordano come tra i più prolifici jazzisti italiani, con oltre 90 album pubblicati, con collaboratori sia italiani che stranieri. Gaslini aveva iniziato a suonare il pianoforte da piccolo, a soli 7 anni, viluppando ben presto la sua inclinazione per il jazz, genere all'epoca relativamente sconosciuto in Italia. La sua discografia copre ben cinquant'anni di attività ed è eterogenea, spaziando da alcune variazioni su temi alla rivisitazione di brani, ma probabilmente quello che lo ha reso noto, anche al pubblico dei non-jazzisti sono le collaborazioni cinematografiche. A Giorgio Gaslini si devono le colonne sonore di alcuni film famosi come La notte, di Michelangelo Antonioni, e, soprattutto, come già detto, per l'album Profondo Rosso ,(colonna sonora dell film di Dario Argento del 1975. A quella jazzistica si aggiunge anche un'intensa attività classica, con la produzione di diverse sinfonie e balletti, e musiche per il teatro. Alla fine degli anni settanta il maestro ebbe anche una breve esperienza di insegnamento allo stesso Conservatorio di Milano nel quale si diplomò, e partecipò ad alcune trasmissioni televisive dedicate alla musica, tra cui Jazz in Conservatorio e Musica totale (che è anche il titolo di un suo libro). Nel 2009, in qualità di testimonial della Campagna “Giù le mani dai bambini”, ha calcato il palco dell'Auditorium RAI di Torino, come protagonista per la serata di festeggiamenti della Giornata Mondiale dell'Infanzia delle Nazioni Unite, organizzata in collaborazione con RAI - Radiotelevisione italiana. Da anni borgotarese a tutti gli effetti, aveva abitato prima nella frazione di Gorro e, in seguito, proprio nel capoluogo, insieme alla moglie, Simona Caucia, attrice di teatro. E con il nostro territorio aveva da subito instaurato un feeling particolare.

Il comune di Borgotaro gli aveva assegnato diversi riconoscimenti e due benemerenze in occasione della festa della Madonna del Carmine: una verso la fine degli anni 90 e l'altra nel luglio del 2011.

 

Lo scorso 4 gennaio il maestro Gaslini, nel corso di una cerimonia, aveva donato, alla Biblioteca Manara di Borgotaro, il Fondo Gaslini: centinaia di cd di musica jazz, libri in tema ed altrettanti vinili. Una sorta di suo testamento musicale, “una collezione – aveva detto – che è il risultato di una vita dedicata alla ricerca musicale”, a disposizione di tutti. La camera ardente è stata allestita all'auditorium Mosconi e rimarrà aperta sino a domani alle ore 14. I funerali saranno celebrati nel pomeriggio di domani, alle 15, in Sant'Antonino

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto