CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



A scuola col fantasma di Bardi!

A scuola col fantasma di Bardi!

09 Giu 2014

Prtagonista di un avvincente street game

Si chiama “Il fantasma solitario” ed è un avvincente “street game” creato su iniziativa della Provincia di Parma da otto giovani studenti, un gioco didattico interattivo assolutamente inedito che ha un obiettivo ambizioso: aiutare a conoscere la storia o le scienze e trovare in questo nuovo modo di apprendere una motivazione in più per continuare a studiare. Il fantasma, che si chiama Moroello, lo si è visto all’opera in Provincia in occasione della presentazione del gioco ideato all’interno del progetto europeo Leonardo da Vinci Code RED, che propone appunto la sperimentazione di strumenti innovativi per la rimotivazione di giovani a rischio di abbandono scolastico o formativo. Il gioco propone una visita virtuale al castello di Bardi, del tutto sui generis visto che a fare da guida è il fantasma Moroello. Il protagonista (maschio o femmina a seconda della scelta del giocatore) si è trattenuto per sbaglio nel maniero oltre l’orario di chiusura e non sa più come uscire. Incontra così il fantasma del castello, una vera leggenda per gli appassionati del maniero: sarà lui a porgli una serie di enigmi da risolvere, sulla storia del castello e sui Landi, i signori che lo ressero. A ogni risposta esatta corrisponde un pezzo della mappa, e quando la mappa sarà completa sarà facile trovare la via d’uscita. In Provincia all’incontro di presentazione c’erano quattro degli otto ragazzi “inventori”. Rosa, Angelo, Khalid e Mohamed si sono detti soddisfatti: è stata un’esperienza bella che ripeterebbero, hanno sottolineato, vi hanno dedicato il loro tempo libero e ciascuno ha svolto un ruolo: chi si è occupato della programmazione informatica, chi della grafica e chi dei dialoghi. Un lavoro di gruppo che li ha fatti socializzare, soprattutto, dicono, uno strumento efficacissimo per imparare nuove cose in un tempo breve sul proprio smartphone o tablet. Gaetana Ariu, funzionaria della Provincia di Parma ha spiegato il percorso compiuto con i quattro paesi partner del progetto e che sono il Regno UniTO, la Grecia, Cipro e l’Italia con la Provincia di Parma Gli otto “inventori” sono stati guidati e accompagnati da adulti qualificati fra cui Cristian Iunco, facilitatore digitale del workshop, che oggi ha illustrato nel dettaglio il gioco. Il lavoro ha avuto carattere interattivo, partendo dalla pratica del gioco e aggiungendo via via informazioni e contenuti teorici di supporto allo sviluppo della progettazione, e ha puntato a sviluppare nei ragazzi capacità di relazione, di gestione dei potenziali conflitti, di definizione e realizzazione degli obiettivi oltre che a sviluppare competenze di base di programmazione informatica.     SI TRATTA DI UNO “street game”, una nuova famiglia di giochi che si è sviluppata di pari passo con il diffondersi dei dispositivi “mobile” basati sulla georeferenziazione Gps . Si tratta di giochi multiutente da giocare all’aperto, particolarmente avvincenti per i più giovani. L’apprendimento avviene come risultato dell’interazione tra giocatori, ricerca di informazioni, analisi di oggetti di apprendimento potenziale, ecc. È stato creato utilizzando una piattaforma software libera (Aris), che ha consentito di realizzare tutte le fasi di progettazione e creazione da parte di non addetti ai lavori. E’ disponibile in rete e fruibile da chiunque, in ogni parte del mondo, in italiano e in inglese, ma potrà essere tradotto in altre lingue. È uno dei quattro giochi non professionali previsti dal progetto Leonardo da Vinci Code 
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto