CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Lucchi: "i sindaci difendano le sezioni Avis"

Lucchi: "i sindaci difendano le sezioni Avis"

27 Feb 2014

Il sindaco di Berceto pronto ad azioni di protesta

Signor direttore,

mi aiuti, per quanto è possibile, con il suo giornale, attraverso l’informazione, le notizie, le inchieste giornalistiche e l’indignazione: vogliono chiudere molte sedi AVIS, in tutta la Provincia e la richiesta, per quanto ho potuto capire, non viene da cervellotiche ed ottuse Leggi Nazionali o Regionali, ma dall’Avis regionale, viene dalla stessa benemerita associazione di volontari in contrasto, però, con le sedi comunali, trovando purtroppo, una dirigenza provinciale supina e disponibile a differenza, ad esempio, di quella di Modena. Insieme ad altri Sindaci ho coinvolto, sapendo che se ne interessa, il Sen. Giorgio Pagliari e sono disponibile, come Sindaco, a fare tutto quanto è necessario, anche forme di protesta non violente, ma eclatanti per scongiurare questa assurda e micidiale, per le sorti della montagna, decisione.

Il mio Comune riesce a dare servizi, infondere sicurezza, far vivere meglio i cittadini, grazie, soprattutto, ai volontari di ogni settore. Un bene prezioso, un tesoro di cui anche Berceto - forse pur non avendo la piena consapevolezza da parte degli stessi cittadini - è ricco, grazie alla Croce Rossa, all’Avis, all’Unitalsi, all’Aido, al servizio di taxi sociale e tanto altro, anche nel settore sportivo e del tempo libero.

Sono convinto, poi, che dopo questo periodo di ubriacatura, di slogan, senza costrutto, che vogliono accentrare, concentrare tutto, come è sempre avvenuto nelle fasi decadenti delle società , si tornerà a ragionare, con buon senso, scoprendo come sia determinante, per il benessere e lo sviluppo, una forte ramificazione sul territorio e un vero decentramento di tutto. Se lasciamo, per disinteresse, insipienza, distruggere la rete dei volontari, esempio quelli Avis, sarà difficile, forse impossibile, ricostruirla. Sono convinto che in un prossimo futuro società come quelle della montagna, se vorranno sopravvivere, dovranno basarsi sul volontariato, sulla cooperativa di comunità, sul desiderio di costruire classi dirigenti locali e mantenere l’autonomia del proprio territorio arrivando, se necessario, a garantire, privatamente (in forma di cooperativa sociale): la guardia medica, le poste e le scuole oltre ad altri servizi. Chiudere la sede Avis, impedendogli, insomma, d’essere utilizzata per i prelievi di sangue dei volontari, nonostante il vaglio, del resto positivo dell’ASL, con l’accreditamento, vuol dire distruggere la rete di volontari, di dirigenti locali altrettanto preziosi. Pochi, infatti, saranno disponibili, soprattutto tra gli artigiani,sobbarcarsi un viaggio per andare a Parma, Fornovo o Borgotaro per compiere un atto d’amore e donare il proprio sangue. L’ottusità del settore pubblico che continua a spogliare la montagna di tutto invece d’essere contrastato dalla politica, dai volontari, dai privati, pare, in un mondo capovolto, che riesca a contaminare anche questi settori. Verrebbe, insomma, a cadere ogni speranza e forse, seppur in buona fede, è quello che vogliono questi “dittatori” e distruttori di benessere, cultura e storia.

 

Io non ci sto! E lei signor direttore?  

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto