CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Per l'AUSL di Parma l'ospedale Santa Maria non è a rischio chiusura

Per l'AUSL di Parma l'ospedale Santa Maria non è a rischio chiusura

10 Dic 2013

Malgrado rientri nell'elenco del ministero della Salute

Nell’elenco dei 175 ospedali italiani, a rischio chiusura, reso noto dal quotidiano La Stampa, figura anche il nosocomio Santa Maria di Bogotaro, che serve l’intero territorio delle Valli del Taro e del Ceno e che dispone di circa 100 posti letto. Una lista stilata dal ministero della Salute che ora dovrà avere, però, il via libera da Regioni e governo. Sono tutti ospedali con meno di 120 posti letto che, inseriti nel nuovo Patto per la salute, dovranno chiudere i battenti o, magari, essere riconvertiti in strutture per la riabilitazione o per le lungodegenze. Inutile dire che la notizia è caduta, sulla testa degli abitanti della montagna ovest, come una vera e propria tegola pesantissima. Per tutto quello che, da sempre, l’ospedale di Borgotaro rappresenta per il nostro territorio. Fonte di lavoro ed occupazione per centinaia di persone, una struttura che vanta alcuni reparti di eccellenza, come l’Ortopedia che, recentemente, è stata segnalata dal quotidiano il Secolo XIX che le ha assegnato un ottimo quarto posto, ponendola tra le strutture di eccellenza italiane, grazie soprattutto all’operazione in artroscopia al ginocchio. In una zona disagiata, sotto diversi aspetti, come questa, il presidio ospedaliero Santa Maria è stato e continua ad essere una certezza per tante persone, che decidono, malgrado le difficoltà, di rimanere a vivere qui, proprio per la presenza dell’ospedale. Una sicurezza che, se venisse a mancare, darebbe un’ulteriore spallata ad una montagna già in forte sofferenza e che, per qualcuno, potrebbe davvero significare la definitiva chiusura della montagna ovest. Sulla notizia sono intervenuti, con un comunicato congiunto, il senatore Giorgio Pagliari e onorevole Patrizia Maestri, entrambi del PD, che hanno assicurato che già da oggi prenderanno contatti con le autorità civile e sanitarie competenti e si impegneranno in prima persona per cercare di impedire la chiusura di una struttura che sappiamo, racchiude professionalità mediche e paramediche di indiscutibile livello, che ne fanno qualcosa di più importante e significativo del “semplice” presidio ospedalieri di primo intervento.  Per il sindaco di Borgotaro, Diego Rossi, che ieri ha subito preso contatti con il direttore generale dell’Ausl, Massimo Fabi, l’ospedale è e rimane un presidio territoriale indispensabile ed è impensabile poterlo chiudere. Dello stesso avviso il presidente della Provincia, Vincenzo Bernazzoli, che liquida la vicenda con un lapidario “Chiudere? Non se ne parla nemmeno”. Infine, per l’Azienda Usl, la notizia apparsa è ‘priva di alcun fondamento”. 

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto