CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Come difendere le nostre case dai furti

Come difendere le nostre case dai furti

12 Nov 2013

Vademecum per rendere difficile l'azione dei ladri

 

Come difendersi dai furti nelle nostre abitazioni? La Compagnia carabinieri di Borgotaro, divulga una sorta di vademecum, per rendere più complicata l’attività dei ladri e rendere la propria casa più sicura, sentendosi sereni al suo interno e più tranquilli quando l’abitazione è vuota. Innanzitutto è sempre indispensabile segnalare subito ai carabinieri, tramite il “112”, la presenza di persone o veicoli sospetti; l’Arma è impegnata in ininterrotti sforzi per prevenire e reprimere questa  fenomenologia delittuosa, ma vi sono alcune precauzioni da adottare. È necessario tener presente che i ladri in genere agiscono dove ritengono vi siano meno rischi di essere scoperti: ad esempio, un alloggio momentaneamente disabitato. La collaborazione tra vicini è fondamentale, in modo che vi sia sempre qualcuno in grado di tener d'occhio le abitazioni. Bisogna ricordarsi di chiudere il portone d'accesso al palazzo; non aprire il portone o il cancello automatico se non si sa chi ha suonato; installare dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza e non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui ci si è dotati. Conservare i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro, installare una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza. Aumentare, se possibile, le difese passive e di sicurezza. Anche l'installazione di videocitofoni e telecamere a circuito chiuso sono accorgimenti utili. Accertarsi che la chiave non sia facilmente duplicabile e, se c’è bisogno di un duplicato della chiave, provvedere personalmente o incaricando una persona di fiducia. Se si smarrisce la chiave di casa o si subisce uno scippo o un borseggio, cambiare subito la serratura. Mettere solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta; se si abita ai piani bassi, mettere delle grate alle finestre, oppure dei vetri antisfondamento. Se l'interruttore della luce è all'esterno, proteggerlo con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente. Illuminare l'ingresso e le zone buie. Se si vive in una casa isolata, adottare un cane. Non mettere all corrente tutte le persone che si conoscono dei nostri spostamenti,  soprattutto in caso di assenze prolungate. Se si abita da soli non farlo sapere a chiunque, in caso di assenza prolungata, avvisare solo le persone di fiducia e concordare con uno di loro che faccia dei controlli periodici. Nei casi di breve assenza, o se si è soli in casa, lasciare accesa una luce o la radio in modo da mostrare all'esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l'accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti. Sulla segreteria telefonica, registrate il messaggio sempre al plurale. Non lasciate mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili  Considerate che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l'interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti.   Se avete degli oggetti di valore, fotografateli e riempite la scheda con i dati considerati utili in caso di furto. Conservate con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti. Nel caso in cui vi accorgete che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112. Comunque, se appena entrati vi rendete conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le prove, e telefonate subito al Pronto Intervento. Non aprite la porta a sconosciuti anche se vestono un uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità.  Non mandate i bambini ad aprire la porta.  Non fate accumulare la posta nella cassetta delle lettere. Se si ricevono spesso telefonate anonime, prestate attenzione, poichè potrebbe essere un modo per controllare quando in casa non c’è nessuno. Prima di partire per un lungo viaggio, installate uno di quei dispositivi automatici che, ad intervalli prestabiliti di tempo, accendono luci, radio e televisione: eventuali "topi di appartamento" penseranno che siete in casa e rivedranno i loro piani.

 

 

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papÓ Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pi¨ occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole Ŕ assente Ú sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto