CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



La nuova tassa Tares sta arrivando

La nuova tassa Tares sta arrivando

12 Ott 2013

Dopo essere stata 'congelata' per 6 mesi

In tutte le famiglie del parmense stanno arrivando, o arriveranno presto, le bollette per pagare, ai rispettivi Comuni, la Tares . Ci sono per tutti, o quasi tutti i cittadini, brutte sorprese rispetto la Tarsu o la Tia (le sigle delle tasse in vigore per pagare il servizio raccolta e smaltimento rifiuti degli scorsi anni), non fosse altro che per lo “scippo” compiuto dallo Stato, nascondendosi vergognosamente dietro i Sindaci, di 30 centesimi a mq che incassa direttamente dalla Tares. Aumenti, attraverso la Tares, per i ristoratori ed esercizi commerciali, da provocare il loro fallimento, la loro chiusura, soprattutto nelle zone montane e marginali.

Pagare in più, ora, nell’attuale situazione economica, con la beffa, tra l’altro, che tutti parlano di voler ridurre  le tasse, comporta perfino un dolore fisico oltre che una grande rabbia.

Non ci sono più soldi. E’ una constatazione credibile, semplice, che nessuno, dei governanti, però, pare tenere in considerazione, vessando, sempre più, i cittadini non solo con gli esborsi, per tasse e imposte, ma anche con un’accresciuta burocrazia ottusa.

La Tares è sì una tassa comunale, ma eterodiretta dal Governo e proprio il Governo scippa, come detto, 30 centesimi a mq, sottraendoli ai Comuni.

Un pizzo, una cresta, quella dello Stato, non piccola, mediamente il 30% di quanto si paga.

Nonostante questo l’esasperazione dei cittadini, del tutto legittima, purtroppo, è indirizzata, direi unicamente e ingiustamente, verso i Sindaci.

Tutti ad esempio, nel nostro caso, sanno quanto Berceto, già ad inizio febbraio, quando nessuno conosceva o sapeva della Tares, si sia battuto per sollevare il problema immaginando l’aggravio, la scoppola, che si prefigurava per i cittadini. Sono andato in mutande, con la fascia tricolore, in diverse trasmissioni TV nazionali e ho tentato, per protesta, di spogliarmi davanti al Quirinale venendone impedito da 12 agenti e persone della Digos ma ottenendo, ugualmente, il risultato che tutti i giornali e TV ne hanno parlato.

Azioni che hanno portato a far emergere, anche a livello Nazionale, il problema e anche a tenerla, la TARES,  congelata per oltre un semestre. Si potrebbe dire, purtroppo, che Monti i problemi li creava e Letta, invece, non li risolve, ma li accarezza e così è arrivata la TARES.

L’Amministrazione di Berceto non s’è limitata a questa eclatante protesta per rompere il silenzio assordante davanti ai disastri della Tares, ma ha organizzato incontri specifici con tutti e in tutte le frazioni. Abbiamo dato modo, insomma, com’è corretto che sia, che i cittadini avessero tutte le informazioni possibili e si potesse arrivare, come siamo arrivati, a scelte solidaristiche:

a) tenere conto di quanti usano il servizio per pochi giorni l’anno e lo hanno sempre pagato come se lo usassero tutto l’anno facendo, ora, per la prima volta, uno sconto del 30%;

b) non obbligare gli esercizi commerciali, soprattutto nelle frazioni, a chiudere, per l’aumento sproporzionato di tasse e imposte, anche comunali.

Come Sindaco non pretendo medaglie visto che ho cercato di fare solo il mio dovere, dettato dalla Costituzione: difendere i cittadini, e neppure il riconoscimento, come credo e si verificherà tra poco, quando saremo a conoscenza di quanto sia stato l’incremento negli altri Comuni,  di vedere Berceto tra i Comuni che fanno pagare meno. Nessuna medaglia ma neppure le calunnie come se l’Amministrazione non avesse compiuto tutte queste azioni e messo in atto tutti gli accorgimenti per far pagare il meno possibile. Abbiamo protestato, vistosamente, contro lo Stato ma siamo stati coerenti, come Amministrazione, alla nostra protesta, facendo pagare il meno possibile e il più equo possibile. Questo, del resto, è dimostrabile a tutti e in qualsiasi momento.Calunniare chi opera con serietà non porta a nulla di buono perché avvantaggia coloro che mettono e aumentano, senza ritegno, le tasse e le imposte

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto