CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Berceto: censimento degli edifici pericolanti

Berceto: censimento degli edifici pericolanti

14 Set 2013

Non dovranno essere abbattuti, ma messi in sicurezza

In questi giorni l’amministrazione comunale di Berceto ha inviato lettera raccomandata, come da norme di Legge, agli oltre 150 proprietari di 50 edifici, molto significativi come architettura, che si trovano in condizioni pericolose per le persone e le cose, entro i centri abitati delle frazioni. E’ stato fatto un censimento dall’Università di Parma con relativa documentazione fotografica e dati catastali che permette, con l’impegno dei proprietari, il loro recupero. Le case non possono essere demolite ma recuperate. Non vuole essere un’imposizione ma la necessità di non disperdere un patrimonio storico che recuperato avvalora ogni frazione, ogni paesino, e non cancella la nostra storia. Sarebbe un delitto e lo sfregio architettonico del paese. La drastica riduzione della bellezza del paesino e quindi di tutti gli altri immobili. Anche il Comune di Berceto ha l’obbligo di Legge, oltre che morale, di non sprecare, per nuove costruzioni, altro territorio. Serve recuperare tutto il nostro patrimonio architettonico iniziando da quello che si trova nei centri abitati. Con le riunioni in ogni frazione, come vengono fatte sempre, anche piu’ volte in un anno, e una sempre in Estate per avere la possibilità di informare anche i tanti turisti e villeggianti, sono state date ulteriori informazioni. E’ un problema, quello delle case diroccate, importante, con aspetti non solo architettonici (sono da salvare e ristrutturare nei dovuti modi) ma anche di grave pericolo per le persone e le cose. Un intervento urgente, insomma, è indispensabile e non può essere piu’ procrastinato. Abbiamo, durante le riunioni, portato ad esempio Ghiare di Berceto, dove per recuperare immobili, ormai fatiscenti, s’è costituita una cooperativa del posto che con l’aiuto dell’Amministrazione è riuscita ad acquistare gli immobili e ottenere, successivamente, un contributo per far fronte a parte delle spese. Una porzione dell’edificio recuperato sarà destinato, per almeno dieci anni, ad attività d’interesse pubblico. Con le lettere raccomandate, a norma di Legge, è stata avviata, giustamente, la procedura per indurre i 150 proprietari delle 50 case, a intervenire per togliere il pericolo e i danni alle cose. Lo spirito, però, non è quello coercitivo o non vorrebbe essere quello, ma di piena collaborazione, con i proprietari dei ruderi, per idee progettuali, per modalità di recupero.

L’Amministrazione offre perfino la possibilità di ricevere, in dono, questi ruderi e provvedere, se ne è proprietaria, a metterli in sicurezza e successivamente, con eventuali contributi dell’Unione Europea, recuperarli definitivamente.

Per qualsiasi informazioni rivolgersi al Sindaco 348 2905306 o al geom. Paolo Armani 0525 629224

·                     

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto