CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Grave pericolosità di incendi boschivi

Grave pericolosità di incendi boschivi

23 Lug 2013

Per i trasgressori previste sanzioni amministrative

COMUNE DI BORGO VAL DI TARO

AVVISO

stato di grave pericolosità per gli

incendi boschivi

Con determinazione del Direttore dell’Agenzia regionale di protezione civile n. 545/03.07.2013 è stato dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi in tutto il territorio regionale per il periodo 26 luglio –01 settembre 2013. In considerazione dell’andamento delle condizioni meteoriche previste nei prossimi giorni, l’Agenzia Regionale della Protezione Civile ha prorogato lo stato di grave pericolosità per il periodo

                              26 LUGLIO – 01 SETTEMBRE 2013

Si ricordano le norme ed i divieti di cui alle Prescrizioni di massima e di polizia forestale (approvate con delibera del Consiglio regionale n. 2354/1.3.1995) vigenti nei periodi di grave pericolosità per gli incendi boschivi:

art. 33 - Cautele per l'accensione del fuoco e la prevenzione degli incendi nelle aree forestali, nei terreni saldi e pascolivi.

E' vietato a chiunque accendere fuochi all'aperto nelle aree forestali, nei terreni saldi o pascolivi, o a distanza minore di 200 m dai loro margini esterni, fatta eccezione per coloro che per motivi di lavoro sono costretti a soggiornare nelle aree forestali e nei terreni di cui sopra (ad essi è consentito accendere con le necessarie cautele negli spazi vuoti - previamente ripuliti da foglie, da erbe secche e da altri materiali facilmente infiammabili - il fuoco strettamente necessario per il riscaldamento o per la cottura delle vivande con l'obbligo di riparare il focolare in modo da impedire la dispersione della brace e delle scintille e di spegnere completamente il fuoco prima di abbandonarlo).

E' consentita l'accensione di fuochi su appositi bracieri o focolai nelle aie e cortili di pertinenza di fabbricati siti all'interno dei predetti aree e terreni, con le modalità di cui al punto precedente; alle stesse condizioni essa è consentita, inoltre, su aree adeguatamente scelte ed attrezzate allo scopo e debitamente segnalate a cura dell'Ente delegato competente per territorio.

Nelle aree forestali ed in particolare nei castagneti da frutto, nei terreni saldi e pascolivi l'abbruciamento del materiale di risulta dei lavori forestali è vietato.

Nei casi di cui ai commi precedenti, il fuoco deve essere, comunque, sempre custodito; coloro che lo accendono sono personalmente responsabili di tutti i danni che da esso possono derivare.

Nelle aree forestali è vietato accendere fuochi, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, usare motori, fornelli o inceneritori che producono faville o brace, fumare o comunque compiere ogni altra operazione che possa creare pericolo immediato o mediato di incendio.

E' parimenti vietato l' abbruciamento della vegetazione nei terreni saldi e nei pascoli, a scopo di pulizia.

L'abbruciamento delle "stoppie" delle colture agrarie e della vegetazione erbacea infestante, è vietato a meno di 200 m dalle aree forestali, dai pascoli e dai terreni saldi.

art. 35 - Ulteriori cautele per la prevenzione degli incendi.

Al solo scopo di prevenzione degli incendi boschivi è vietato effettuare manifestazioni sportive o competizioni agonistiche su strade che attraversano aree forestali.

LA VIOLAZIONE DEI DIVIETI PREVISTI NELLE PRESCRIZIONI DI MASSIMA E DI POLIZIA FORESTALE NEI PERIODI PER I QUALI VIENE DICHIARATO LO STATO DI GRAVE PERICOLOSITA’ PER GLI INCENDI BOSCHIVI COMPORTA LE SANZIONI AMMINISTRATIVE PREVISTE DALLA L. 353/2000 :

 - ART. 10 COMMI 6-7

DA € 1.032,91 A € 10.329,14 PER LE TRASGRESSIONI AL DIVIETO DI COMPIERE AZIONI  DETERMINANTI ANCHE SOLO POTENZIALMENTE L’INNESCO DI INCENDIO NEI PERIODI A RISCHIO DI INCENDI BOSCHIVI. 

IN CASO DI TRASGRESSIONI DA PARTE DI ESERCENTI ATTIVITA’ TURISTICHE, OLTRE ALLA SANZIONE DI CUI SOPRA, E’ DISPOSTA LA REVOCA DELLA LICENZA, DELLA AUTORIZZAZIONE O DEL PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO CHE CONSENTE L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITA’.

- ART. 10 COMMA 8

IN OGNI CASO SI APPLICANO LE DISPOSIZIONI DELL’ART.18 DELLA L. 349/1986 SUL DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO AMBIENTALE, ALLA CUI DETERMINAZIONE CONCORRONO L’AMMONTARE DELLE SPESE SOSTENUTE PER LA LOTTA ATTIVA E LA STIMA DEI DANNI AL SOPRASSUOLO E AL SUOLO.

IL SINDACO

Dr. Diego Rossi

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto