CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Cava di Pietranera: appello del Comitato

Cava di Pietranera: appello del Comitato

28 Apr 2010

'Che l'amministrazione di Bardi sappia distinguersi'

<In questa circostanza avete la possibilità di distinguervi, in positivo, per lungimiranza, non sprecate questa occasione!> L’appello, rivolto agli amministratori comunali di Bardi, arriva da Maria Cirelli e Fabio Paterniti, membri del comitato ‘No cava Non amianto’, che da anni si batte per la chiusura della cava di Pietranera, nel territorio del capoluogo valcenese. A giorni, pare, sindaco ed assessori saranno chiamati a  deliberare in merito al proseguo, o meno, dell’attività di estrazione ed il comitato, con una lettera, ha voluto ricordare i pericoli che questa cava, a detta dei suoi componenti, crea. <Per la copiosità della documentazione prodotta – si legge – non si potranno, in futuro, adottare facili giustificazioni ad una decisione che è oggetto di gravi, fondate e documentate contestazioni; valutazioni, consulenze e pareri parzialmente tranquillizzanti di terzi non assolvono l’amministratore pubblico dalla responsabilità individuale, per un possibile danno biologico>. Nella missiva si ribadisce che l’amianto è presente in <entrambe le cave di Bardi e la normale attività di estrazione della pietra provoca il rilascio in ambiente di una imprecisata quantità di fibre di amianto che, è scientificamente provato, può provocare il cancro, nella sua forma più implacabile, anche con il rilascio di una sola fibra>. Parlando del Decreto ministeriale, si specifica che <esso è ampiamente inapplicato in quanto non applicabile, con buona pace della contaminazione ambientale. Non siamo noi a dirlo – sottolineano – ma ad affermarlo è l’ARPA, in un documento ufficiale>. Inoltre, si specifica che sono emerse carenze gravi nell’adempimento delle prescrizioni contestuali al rilascio  della concessione della cava Groppo di Pietranera; <i mancati controlli – prosegue lo scritto – protratti nel tempo di una attività insalubre, saranno oggetto, a breve, di una dettagliata contestazione>. Certo, per il comune di Bardi non esiste alcun obbligo di rinnovare la concessione a cavare < e quindi – scrivono ancora Cirelli e Paterniti – non vi à alcuna possibilità di rivalsa da parte della proprietà della cava e la delibera di giunta dell’agosto 2008 chiarisce i limiti temporali della concessione>. La strada comunale di collegamento, inoltre, non avrebbe le caratteristiche idonee per il transito sistematico di pesanti mezzi d’opera e<a tutt’oggi, non è stato portato un argomento valido per giustificare il rinnovo di una concessione che peggiora la qualità della vita dei cittadini e ne pregiudica lo sviluppo turistico>. La lettera si chiude sottolineando che <l’associazione medica ISDE, che si batte contro le fonti di contaminazione ambientale, che provocano gravi patologie all’uomo, ha presentato una richiesta di moratoria delle concessioni di tutte le cave ofioliti che in Italia>.
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto