CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Parco Eolico: nuova missiva del Comitato Santa Donna

Parco Eolico: nuova missiva del Comitato Santa Donna

21 Mar 2013

Rivolta all'amministrazione di Borgotaro

 

Dopo le dichiarazioni dell’Amministrazione comunale che si è espressa in merito alla lettera ricevuta dal Comitato Santa Donna, desideriamo dare la nostra versione della situazione, peraltro già espressa nei giorni scorsi. Siamo infatti molto colpiti dal riscontro che ha avuto questa lettera, che è stata ritenuta grave e degna di oggetto di una intera conferenza stampa di 1 ora e mezza, vuol dire che qualcosa si muove, se pur per motivi sbagliati.

 

Cari consiglieri, non sarebbe meglio dedicare da subito tempo e risorse al confronto sul tema del Megaimpianto del Santa Donna? Perché aspettare la scadenza dei termini per le osservazioni per parlare del progetto? Perché rispondere solamente quando si viene chiamati in causa insistentemente senza mai proporsi spontaneamente al cittadino? Perché mostrarsi meritevoli di avere promosso un incontro pubblico quando invece è stato espressamente richiesto dai membri del Comitato?

E poi, perché la competenza della decisione è passata a un organo locale come la provincia ed è stata esclusa la regione che ha pubblicato delle linee guida per queste tipologie di progetto? Ricordiamo che tra queste linee guida sono indicate le distanze minime dai centri abitati, e che nella nostra fattispecie non vengono rispettate, complice la dimensione eccessiva e lo sviluppo in lunghezza dell’impianto.

Perché insistete a rimandare il dialogo a dopo che la questione sarà presa in mano dai tecnici, dipendenti della Provincia?

Da oltre un anno vi stiamo sottoponendo le nostre perplessità personali e anche professionali, grazie al lavoro volontario di tante professionalità. Ci avete solo risposto che la competenza non è vostra ma di altri, che non ci confronteremo prima di avere il parere di altri tecnici, quelli che voi preferite, ma vi siete seduti al tavolo con i promotori del Progetto. Questo dimostra che già da ora avete preso la vostra posizione contraria a quella del territorio, per fini diversi da quelli del bene comune, perchè non accettate il nostro punto di vista e non volete rinunciare al guadagno facile.

Perché non si è mai parlato di bilancio energetico reale, di pianificazione dei consumi, di sfruttare le risorse ambientali per il comprensorio locale, per il bene e la fruizione di tutti noi prima di prestarci alla globalizzazione e subirne tutti gli aspetti negativi? Quante volte abbiamo chiesto di affrontare questo argomento? E poi dite di non sottrarvi al confronto? Il discorso energetico è fermo ancora al giorno in cui si è deciso di non usufruire del Turbogas, e non si è più evoluto, segno che anche questo è stato strumentalizzato per fini politici e che l’aspetto ambientale energetico di fatto non interessava. Questo progetto, lo ribadiremo all’infinito, non risponde alle richieste di apertura alle fonti alternative, ma solo a speculazioni fatte nel nome di queste, stiamo ancora aspettando di discutere con voi, seriamente, di soluzioni che sostituiscano questi ecomostri con progetti ecocompatibili e rispettosi delle popolazioni insediate nei territori limitrofi. Quando vedremo questa volontà concreta di andare verso una economia locale allora potremo davvero dire che Borgotaro ha raggiunto un obiettivo politico importante, quello di essere DIVERSO, speciale, di avere investito nel lungo periodo per mantenere intatto il paesaggio, fonte di VERA ricchezza per tutti, cittadini e amministrazione, e di avere dimostrato che è possibile convivere con la produzione industriale senza devastare il territorio. Questo nessuno meglio di noi Valtaresi può affermarlo, né tecnici della provincia, né altri. La montagna è nostra, teniamocela! Chiediamo al sindaco Rossi e a tutta la giunta di esprimere parere contrario al progetto di Eolica Parmense, di mettersi al fianco dei cittadini di Borgo val di Taro e di Bardi, e di creare subito le premesse per quel confronto che tutti auspichiamo sulla realizzazione di valide alternative. C’è tutto il tempo di valutare con calma insieme cosa davvero si può fare per lo sviluppo della valle. Aggiungiamo infine, e non è una minaccia, ma una ennesima richiesta di aiuto, che diversamente valuteremo l’appoggio di correnti di pensiero diverse da quelle che hanno governato fino ad oggi, certi di trovare in esse almeno un sostegno morale.

Firmato: COMITATO SANTA DONNA

 

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papÓ Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pi¨ occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole Ŕ assente Ú sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto