CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Referendum: Berceto sceglie due 'no'

Referendum: Berceto sceglie due 'no'

27 Feb 2013

Per l'Unione dei Comuni e Servizio Idrico integrato

 

Berceto ha scelto. Votando, con due netti no, i due quesiti referendari proposti dall’amministrazione comunale. Il primo, sull’Unione dei Comuni, ha visto 934 votanti con 736 per i no, pari all’80.44% e i 179 voti a favore del sì, ovvero il 19.56%. Il secondo, sul Servizio Idrico Integrato, ha visto 934 votanti: 754 per il no, pari all’81:69% E 169 Sì, 18,31%. Due voti che il sindaco Lucchi, commenta in una nota. “Come primo cittadino, insieme al consiglio comunale, mi sento impegnato a far rispettare la volontà dei miei concittadini, che hanno votato contro la gestione del sistema idrico comunale che non sia direttamente del Comune di Berceto, e no all’adesione all’Unione dei Comuni come vorrebbe, invece, la Legge Regionale 21 della regione Emilia Romagna.   

I bercetesi hanno detto no a due obblighi di legge che contrastano nettamente con la Costituzione vigente -prosegue Lucchi, ma che in tanti, per i loro interessi e non quelli dei cittadini, cercheranno di far applicare da qualche Giudice. Per fortuna non siamo degli sprovveduti e nell’eventualità potremo ribattere, costituirci, con esperti e professori, che hanno preso a cuore l’impegno dell’amministrazione comunale, di rispettare e far rispettare la Costituzione in favore dei cittadini/utenti com’è giusto che sia e come un sindaco ha l’obbligo di fare.

I risultati dei due referendum, dell’alta percentuale di votanti, rafforza in ogni amministratore questo intendimento.

I servizi fatti a livello sovracomunale, saranno sempre piu’ costosi e meno efficaci dei servizi gestiti dal singolo Comune che trovano giornalmente l’interesse di coloro che sono interessati al voto dei propri concittadini e non troverebbero uguale interesse da chi, come il Presidente dell’Unione, non è eletto dai cittadini. In Democrazia il voto è l’arma che difende i cittadini. Togliere il voto, ridurne il valore  e la completezza, come per il Parlamento, le future Province e l’Unione dei Comuni diventa, di per se, un elemento negativo dal quale, come dice Lucchi, discendono molti guai dell’Italia e sarebbero guai ancora piu’ seri per i cittadini della montagna se privati, a lato pratico, di questo diritto Costituzionale  di eleggere i propri amministratori comunali.

Le vere battaglie, rafforzate dal risultato dei referendum, iniziano ora, e va aggiunta una nuova e determinante battaglia contro l’attuale regolamento della Tares (nuova tassa che sostituisce la Tarsu o la Tia )  che se applicato, come vuole il Governo, metterà in ginocchio la già debole economia del Comune di Berceto

 

 

 

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto