CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Controlli antidroga allo Zappa-Fermi

Controlli antidroga allo Zappa-Fermi

18 Dic 2012

I carabinieri non rilevano alcuna traccia

E’ stata eseguita nei giorni scorsi una serie di controlli antidroga nelle due sedi di Borgo Val di Taro e Bedonia dell’istituto “Zappa Fermi” da parte dei carabinieri della Compagnia di Borgo Val di Taro.

Nel quadro infatti di una specifica attività finalizzata a prevenire l’uso e la cessione di droga nei pressi delle scuole, i militari, avvalendosi di 2 unità antidroga del Nucleo Cinofili di Bologna e con la piena e fattiva collaborazione del dirigente scolastico e di tutte le componenti della scuola, hanno controllato vari locali della sede centrale e di quella di Bedonia, dove da l’anno scorso è stato avviato anche il nuovo indirizzo eno-gastronomico.

Due splendidi Labrador, Sid e Mustafa (quest’ultimo alla sua penultima missione, dopo la quale godrà il meritato riposo dalle fatiche di questi anni, essendo stato ceduto a un veterinario che ne aveva fatto esplicita richiesta), abilmente condotti dai 2 carabinieri, hanno ispezionato alcune aule ed annusato gli zaini dei ragazzi, senza rilevare tracce di droga.

I ragazzi hanno collaborato alle operazioni, a metà tra la curiosità e l’ammirazione per l’attività dei due animali, e così l’attività è stata svolta in modo efficace e senza arrecare fastidio alle lezioni, che poi sono rapidamente riprese.

Il servizio antidroga si è inserito nel più vasto quadro dei servizi coordinati di controllo del territorio, disposti in modo intensivo dal Comando Provinciale CC di Parma nell’imminenza delle festività natalizie.

L’ultimo servizio è stato eseguito il pomeriggio di sabato 15 dicembre, con l’impegno, nel territorio della Compagnia di Borgo Val di Taro, di 24 militari, che, pur nelle inclementi condizioni atmosferiche, hanno controllato 62 veicoli, identificando 69 persone ed elevando 2 contravvenzioni al codice della strada.

Il Servizio Cinofili dell'Arma dei Carabinieri é stato istituito nel giugno 1957, con sede a Firenze, al fine di assicurare l'impiego di carabinieri conduttori e cani in attività di polizia giudiziaria, di ricerca, di soccorso in aree sensibili e in tutte le operazioni in cui tale intervento fosse stato ritenuto di valido supporto.

Un altissimo livello di addestramento caratterizza l'impiego dei Carabinieri conduttori e dei cani, che in circa 50 anni di attività ha registrato innumerevoli, preziosi risultati nel campo della polizia giudiziaria, accanto ai molti episodi di soccorso e di assistenza che hanno trovato risalto nella stampa nazionale.

Localizzare e seguire le tracce dei malviventi anche sul fiuto di oggetti o capi di vestiario, ispezionare boschi, località impervie e casolari isolati nel corso di battute e rastrellamenti, inseguire e bloccare soggetti in fuga, cooperare alla sicurezza dei reparti dell'Arma impegnati in particolari condizioni ambientali, nonché ai posti di blocco stradali, alla vigilanza degli Istituti di pena, a particolari servizi di scorta valori, ecco in sintesi i compiti affidati alle unità del Centro Carabinieri Cinofili. Ma se questa è la casistica del loro impiego normale, ben diversa, perché determinata da impreviste e pressanti circostanze, è quella del loro intervento straordinario, diretto in genere a salvare vite umane, come nel caso di calamità naturali.

Se particolarmente accurati sono la scelta e l'addestramento dei carabinieri conduttori, non meno scrupolosi e selettivi sono i criteri di "arruolamento" dei cani di polizia (rimonta), l'addestramento dei quali viene impartito e mantenuto senza soluzione di continuità, sino a quando la menomazione della loro assoluta idoneità non ne determini il trasferimento al ruolo "di guardia", la riforma o - in caso estremo - l'abbattimento indolore. Unità a parte formano i Nuclei Carabinieri conduttori di cani antidroga e quelli del soccorso alpino.

Le condizioni ottimali di salute dei cani, oggetto di costante accertamento sanitario, sono curate attraverso la più razionale alternanza del lavoro e del riposo, la minuziosa igiene del corpo e del ricovero, soprattutto attraverso la loro alimentazione, rigorosamente dosata, secondo che si tratti di cane di polizia o da guardia, nei generi che ne formano parte.

Il Servizio Cinofili dell'Arma conta di:

§         un "Centro cinofili", con sede in Firenze, che ha compiti addestrativi ed è posto alle dipendenze del Vice Comandante della Regione Carabinieri "Toscana";

§         21 nuclei cinofili distribuiti sul territorio nazionale e dipendenti dalle compagnie territoriali ove sono ubicati. Altri sono in via di istituzione;

§         una squadra cinofili per il Nucleo Carabinieri di Castelporziano posto alle dipendenze del Reparto Carabinieri Presidenza della Repubblica;

§         unità presso le stazioni Carabinieri Aereoporto MI-Linate e RM-Fiumicino nonchè presso il Comando Aeronautica Militare e Comando Marina Militare.

Le unità cinofile, secondo le caratteristiche dei cani, sono impiegate:

      in operazioni di polizia giudiziaria, al fine di:

·        localizzare e seguire tracce di malviventi;

·        segnalare la presenza di persone nascoste o di indiziati di reato;

·        rintracciare oggetti e/o indumenti occultati;

·        fornire indicazioni, sulla base di oggetti e/o indumenti rinvenuti sul luogo ove sia stato commesso un reato, circa l'eventuale partecipazione al fatto di persone sospette;localizzare esplosivi e armi occultati;

      nei servizi preventivi, per:

·        segnalare la presenza di persone nascoste;

·        inseguire e bloccare soggetti in fuga;

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto