CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Province: il riordino fa discutere

Province: il riordino fa discutere

14 Set 2012

Ancora tanti i punti da chiarire

Sono ancora molti i punti da chiarire sul riordino delle Province, in attesa del prossimo Decreto della Presidenza del consiglio dei ministri, che dovrà essere “chiarificatore” in tema di funzioni delegate. Intanto la Regione sta provvedendo all’analisi delle funzioni esercitate in questi anni dalle Province stesse, per valutare se l'operato sia stato idoneo o meriti una revisione, anche alla luce del processo di semplificazione avviato. Questo, in sintesi, quanto detto dalla vice presidente della Giunta, Simonetta Saliera, intervenuta in commissione Bilancio, affari generali e istituzionali per una prima informazione sullo stato dell’arte della normativa che riguarda il riordino delle Province. I tempi sono ormai vicini. “Entro il 3 ottobre il Cal deve formulare un’ipotesi di riordino geografico e trasferirla alla Regione che ha tempo fino al 24 ottobre per  valutarla e  trasmetterla a sua volta al Governo che provvederà poi a istituire i nuovi enti con una legge. Nel caso la Regione non proceda entro tale data, sarà il Governo stesso ad avanzare una proposta in Conferenza unificata". E dopo? “Ad oggi – ha precisato Saliera - non sappiamo se la data del 31 dicembre 2012 sarà un termine perentorio perchè la norma sulla spending rewiew ha cambitato alcune cose. Dobbiamo capire”. Di fatto il profilo delle nuove Province si ricava dalla lettura incrociata dei due recenti provvedimenti nazionali che stabiliscono il riordino di questi enti (la Legge 214/2011, cosiddetta ‘Salva Italia’, e la 135/2012, la 'Spending rewiew'). Non si tratta quindi solo di ridefinizione in base a nuovi requisiti di superficie (2.500 Km quadrati) e di popolazione residente (350 mila abitanti), ma di una riforma che investirà tutte le province esistenti, enti destinati a diventare di secondo grado (i cui organi cioè non saranno più eletti direttamente dai cittadini) e con nuove funzioni. Nell’ambito della riforma – ha sottolineato il presidente della commissione, Marco Lombardi, - l’Assemblea legislativa sarà chiamata in campo in due distinti momenti: quando, a breve, verrà presentata dal Cal la proposta con il piano di riordino territoriale e, in una fase successiva, quando si definiranno le funzioni delegate. Abbiamo la grandissima responsabilità – ha fatto eco Saliera - di rendere più coerente possibile le norme dello Stato, non appesantire processi decisionali e rivedere il sistema delle funzioni individuando qual è l’ambito più consono per esercitarle”.

 

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto