CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Sgomento ed incredulità in Valtaro

Sgomento ed incredulità in Valtaro

10 Ago 2012

Per la morte di Andrea Ravella

Il giorno dopo la tragedia, Albareto e l’intera Valtaro sono ancora attoniti. Drammatico il modo in cui l’anziano Andrea Ravella ha perso la vita: soffocato dal fumo provocato da un incendio, di grosse proporzioni, che si è sviluppato in un sottobosco a Zerla, al confine con la frazione Miramonti, nel comune di Tornolo. Il pensionato, che avrebbe compiuto 87 anni il prossimo novembre, era conosciuto da tutti in paese, e non solo. Tutti lo ricordano come una brava persona, mite, generosa, ormai incerta sulle gambe, a causa dell’età e degli acciacchi che porta con sé. Eppure, questo non gli ha impedito di cercare di domare le fiamme che sono sfuggite al suo controllo. L’uomo, infatti, intorno alle 13 aveva radunato un po’ di ramaglie dietro casa e le aveva bruciate; ma il caldo di questi giorni, unito al vento, hanno innescato una miccia micidiale. Scoperto che le fiamme non erano più circoscritte, probabilmente Adrea Ravella ha cercato di fermarle, in qualche modo. Ma invano. Il suo corpo è stato ritrovato un paio di ore dopo, lontano dalla sua casa, dove viveva con il fratello e la cognata, in mezzo ad un prato, dove i segni del fuoco già passato erano evidenti. Lo ha trovato il nipote, che insieme ai vigili del fuoco di Borgotaro e di Parma si è messo subito alla sua ricerca, mentre più giù, fuori dall’abitazione, i parenti temevano per la sua sorte, quasi in un terribile presagio, rivelatosi purtroppo vero. Andrea Ravella è morto soffocato dal fumo, nessuno ha potuto fare nulla per lui: il medico, i militi della Croce Rossa, impotenti, hanno solo potuto constatare il decesso. E poi ci sono state le operazioni di spegnimento, difficili, molto difficili, a cause della fiamme alte e per divere ore indomabili, che si sono levate alte dal sottobosco, alimentate, come dicevamo, da caldo e vento. Impervio anche il luogo dove i vigili del fuoco hanno dovuto operare: non raggiungile con i mezzi, sul posto ve ne erano 5, ma solo a piedi. Solo l’elicottero del 115, giunto dopo le 16 da Bologna, è riuscito a spegnere le fiamme e a riportare la situazione alla normalità. Una normalità più triste, più vuota, che piange la scomparsa di un uomo che ha perso la vita nel tentativo di domare un incendio

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto