CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Lavoro: in arrivo 1 milione e 680 mila euro

Lavoro: in arrivo 1 milione e 680 mila euro

28 Apr 2012

Grazie ad un 'patto' siglato in Provincia

 

“Quando suona la campana tutti si corre a spegnere il fuoco, non importa di chi sia il fienile che sta bruciando”. L’immagine del presidente della Camera di Commercio di Parma Andrea Zanlari rende bene il senso dell’accordo siglato oggi a Parma in Provincia. Un patto che si rinnova con il quale  istituzioni, enti, sindacati e categorie economiche intendono anche per il 2012 sostenere le persone in difficoltà e il lavoro.

“Con la rete di solidarietà che abbiamo gettato insieme, continuiamo la nostra battaglia al fianco del territorio per ridurre gli effetti della crisi e rilanciare lo sviluppo con una iniziativa che si è dimostrata essere una vera e propria boccata di ossigeno per la nostra economia“ ha sottolineato in apertura dell’incontro di sottoscrizione il vice presidente della Provincia Pier luigi Ferrari.

“Il 2012 è un anno di forte preoccupazione, una fase delicatissima che ci consegna la necessità di non interrompere la nostra azione, un impegno per il lavoro e lo sviluppo che con questo quarto accordo confermiamo – ha detto Manuela Amoretti illustrando obiettivi e modalità di attuazione delle misure contenute nell’accordo. Secondo l’assessore provinciale alla Formazione professionale e Lavoro della Provincia di Parma - l’ente che coordina e attua l’accordo -  l’azione è duplice: stare vicino a chi è in difficoltà anticipando le risorse della cassa integrazione, in modo che non ci sia per quei lavoratori interruzione del reddito, e dando una mano a chi è in cerca di nuova occupazione con una formazione mirata ad acquisire qualifiche su competenze oggi vacanti nel mercato del lavoro locale. E l’altro binario è per le imprese, formando i lavoratori e le lavoratrici di chi oggi traina il sistema parmense e lo fa con uno sguardo lungo, innovando produzione o organizzazione.

La costruzione di questo accordo è stata complessa in un  momento non felice per le risorse – ha osservato Amoretti ma in questi mesi abbiamo compiuto uno sforzo autentico assumendoci una responsabilità collettiva, un valore per il nostro sistema territoriale che va salvaguardato”.

Tutto deve tornare alla logica del saper fare insieme e con poco – ha spiegato ZanlariNon siamo usciti dalla crisi e la permanenza in alcuni settori diventa sempre più drammatica. L’azione che svolgiamo non è risolutiva ma è quella di una società solidale che cerca di trovare insieme una via d’uscita, una iniziativa economica per il domani sul quale dobbiamo scommettere. 

Fondazione Cariparma – ha detto il suo presidente Carlo Gabbi - ha scelto di essere in campo in iniziative come queste che prioritariamente aiutano le aziende e le persone in difficoltà a superare questo momento, sperando che il futuro riservi tempi migliori di cui tuttavia non abbiamo certezza”

Sulla base dell’esperienza e dei risultati raggiunti con l’intesa 2011, questo nuovo patto del valore complessivo di 1milione e 680mila euro permetterà di immettere nuove risorse sulle linee di intervento che si sono rivelate più efficaci e di rifinanziarne altre mirate in particolare alle categorie di persone più esposte.

Gli interventi previsti nella seconda annualità dell’Accordo Provinciale per lo Sviluppo e il Lavoro, vengono dunque integrati nelle seguenti modalità:

 

1         Anticipazione sociale

Con ulteriori 100.000 euro viene rifinanziato, grazie alla Camera di Commercio, il servizio di anticipazione sociale. Si tratta di un versamento anticipato (in attesa che arrivi quello dell’Inps) al lavoratore a cura della Provincia, delle indennità di CIGS, mobilità, disoccupazione, anche in deroga. E’ una misura già sperimentata nei pacchetti anticrisi degli anni precedenti e utile per evitare che i lavoratori colpiti da crisi aziendali e in condizione di disoccupazione, non abbiano alcuna fonte di sostegno economico.

 

2        Innovazione contro la crisi

Si tratta di interventi di formazione per lavoratori e imprese a cui sarà dato avvio nel secondo semestre 2012. Essi saranno sostenuti grazie a finanziamenti europei e nazionali (Fse e L.53/2000) con un investimento complessivo di 700mila euro. Questi interventi sono in particolare mirati alla qualificazione e rilancio del sistema produttivo locale, attivati con procedura Just in time :

a) interventi di formazione continua, per lavoratori reintegrati in azienda dopo un periodo di crisi, e per imprese che decidono di rilanciare il ciclo produttivo attraverso innovazioni strategiche, un nuovo piano industriale e accordi sindacali specifici;

b) interventi formativi finalizzati all’innovazione d’impresa, a favore di aziende che intendono modificare il proprio assetto produttivo, il posizionamento sui mercati internazionali, o investire nella qualificazione del personale;

 

3        Progetto Help for Job per la riqualificazione professionale

Per tale linea di intervento si propone un nuovo finanziamento di 500 mila euro (Fse). Il progetto già realizzato negli ultimi due anni con successo consta in corsi di formazione al lavoro finalizzati al conseguimento di una nuova qualifica professionale relativa a profili strategici per il mercato del lavoro locale. Tali profili  sono individuati dal Tavolo Operativo partecipato dalle associazioni di impresa a livello provinciale. I corsi avranno inizio nel secondo semestre 2012.

 

4        Progetti di pubblica utilità negli Uffici giudiziari di Parma

Da ottobre 2012 i progetti di pubblica utilità presso gli Uffici Giudiziari della Provincia di Parma verranno prolungati di ulteriori 6 mesi con un investimento di 80mila euro resi disponibili nel 2011 dalla Fondazione Cariparma. Sulla base delle precedenti esperienze che hanno portato complessivamente all’impegno di 17 addetti si procederà alla pubblicazione, nel secondo semestre 2012, di un apposito bando, attraverso cui saranno selezionati lavoratori in mobilità  che opereranno presso gli Uffici Giudiziari, in attività di carattere amministrativo e segretariale e percependo un’integrazione al reddito  corrispondente ad un massimo di 350 euro  mensili.

 

5        Erogazione di indennità di frequenza a favore di persone alla ricerca di lavoro  che svolgano tirocini formativi e di orientamento in azienda

Il servizio ha subito un rallentamento, rispetto alle previsioni iniziali (a causa delle restrizioni delle utenze previste nel D.L. 138/2011). Per tali ragioni, si conviene che le risorse ancora attive per questa misura, ovvero 350 mila euro già resi disponibili nel 2011 dalla Fondazione Cariparma, possano essere destinate al finanziamento di indennità di frequenza per la partecipazione a progetti di formazione al lavoro per la riqualificazione professionale (Help for Job) ed eventualmente per la partecipazione a progetti di formazione individuale (work experiences). Entrambi prevedono per una parte di essi, lo svolgimento dell’esperienza formativa in azienda.

 

La Provincia di Parma si impegna a proporre ai firmatari la verifica periodica dell’effettiva spesa delle specifiche azioni, in modo da procedere alla riallocazione, all’interno delle misure di carattere sociale, a favore delle misure che dimostrino eventualmente un più efficiente impegno della spesa.

 

Questo  nuovo accordo è stato sottoscritto da: Provincia di Parma, Camera di Commercio, i Comuni capo distretto Fidenza, Langhirano, Borgotaro, la Comunità Montana delle Valli del Taro e Ceno, l’Unione comuni montagna est, Upi, Cna, Confartigianato Apla, Gia, Confcooperative, Legacoop, Ascom, Confesercenti, Cgil, Cisl e Uil.

 

 

 

 

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto