CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Chi beve fa fiasco!

Chi beve fa fiasco!

17 Apr 2012

Berceto promotore di un progetto di benerssere e salute

Una occasione di formazione e crescita per i giovani ma anche un lavoro educativo che si dispiega nel distretto delle valli del Taro e Ceno. E’ il progetto “Chi beve …. Fa fiasco” realizzato dal Comune di Berceto, dalla Provincia di Parma con la collaborazione  di Cooperativa Fantasia, un percorso finalizzato a promuovere il benessere giovanile e a contrastare soprattutto l’abuso di alcool, presente nella realtà giovanile.

Dell’iniziativa si è parlato oggi in Provincia nel corso di un incontro a cui sono intervenute le assessore alle Politiche sociali provinciale Marcella Saccani e del comune di Berceto Daniela Iasoni; con loro Silvia Cunegondi della coop Fantasia.

E’ un intervento di grande complessità che si propone con un approccio semplice e diretto, non uno spot ma un filo che si inserisce nella quotidianità. Il nome è simbolico e rappresenta l’idea che su questa partita non si intende più scherzare o minimizzare – ha sottolineato SaccaniCol progetto parleremo con la scuola, chiamiamo in causa le famiglie, partiamo da un comune per coinvolgere tutto il distretto.”.

“Questa iniziativa nasce da un bisogno culturale e da un fatto, la segnalazione di una insegnante delle scuole medie di un ragazzino di undici o dodici anni che teneva nella cartella scuola una bottiglia di vodka. E’ stato uno schiaffo morale che ci ha risvegliato dal torpore e ci siamo chiesti cosa potevamo fare – ha raccontato IasoniIn montagna l’abuso di alcol è un tema delicato e fra i minori è cresciuto in modo esponenziale così come il binge drinking”.

 “ Questo progetto vuole avere valenza distrettuale perché sono chiamati a partecipare tutti i ragazzi del territorio – ha detto CunegondiSi tratta di una azione di sinergia, di comunità perché i destinatari sono i giovani ma vogliamo ottenere un effetto anche dalle famiglie. E’ un intervento educativo, che fissa responsabilità, un progetto che intende essere fonte di stimolo per un nuovo protagonismo dei ragazzi”.

L'iniziativa dunque punta a essere un’occasione per favorire la partecipazione, il coinvolgimento e la riflessione dei ragazzi circa il tema delicato dell'uso e abuso di alcol.

Le azioni previste non sono infatti calate dall’alto ma concepite come stimoli educativi per far nascere nuove forme di protagonismo dei giovani, modelli positivi e altre modalità di comunicazione grazie alle quali poter diffondere il messaggio “Quando ballo, non sballo- Non occorre sballare per divertirsi”. In questo progetto i ragazzi e le ragazze saranno allo stesso tempo i promotori-attuatori di interventi e i destinatari degli stessi, risorse positive, catalizzatori di processi di crescita e sviluppo che possono avere riflessi su tutta la comunità locale.

Alla base del progetto - che coinvolgerà: scuole, centri di aggregazione giovanile, oratori del distretto -  ci sono obiettivi specifici educativi, sociali e formativi diretti alla promozione dell'agio e alla partecipazione e azione di molti soggetti già attivi sullo stesso territorio; fra questi: stimolare un senso critico nei ragazzi, favorire nuovi modelli e una nuova concezione del divertimento, il protagonismo giovanile stimolando la creatività e i processi di rete fra giovani e  territorio.

La partecipazione degli adolescenti e dei giovani e il coinvolgimento degli adulti, oltre al dialogo e al confronto, sono i veri ingredienti del progetto articolato in azioni specifiche che termineranno nel mese di marzo 2013, e che vedranno il paese di Berceto impegnato in eventi e percorsi formativi a cui parteciperanno numerosi giovani e adulti.

“Chi beve...fa fiasco” prevede:

1) Evento teatrale dedicato al tema della salute e della prevenzione all’uso di alcol destinato ai ragazzi della scuola media locale e delle superiori del distretto.

2) Concorso creativo di libera espressione “Giovani con-Spirito” dedicato ai giovani dai 12-18 anni sul tema “Alcol-giovani. Quando ballo non sballo- Non occorre sballare per divertirsi”.

3) Evento “Chi beve …fa fiasco” all’interno del “Festival delle Identità” in calendario a Berceto per luglio 2012 , una giornata all’insegna dell’espressività giovanile a cui parteciperanno i ragazzi dei 16 comuni del distretto.

4) premiazione del concorso e pubblicazione del materiale, in occasione del premio Luigi Malerba (ottobre 2012).

5) percorso formativo rivolto a adulti, gestori di locali notturni, bar, pub, discoteche: educare al bere responsabile e consapevole con incontri tenuti da medici, educatori e psicologi.

Preziosa e di rilevo sarà la partecipazione all'iniziativa dei Servizi sociosanitari distrettuali, in particolare il Sert Valli Taro e Ceno, enti locali, l’ Asp “Sidoli” e tutte le agenzie educative del territorio (scuole, centri giovani, oratori).

 

 

 

 

 

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto