CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



"La Nobildonna" presentato a Parma

"La Nobildonna" presentato a Parma

24 Feb 2012

E' il primo romanzo del Capitanod ei CC, Giuseppe Marletta

Nella libreria Mondadori del centro “Euro Torri” di Parma, alla presenza di un attento gruppo di persone, è stato presentato venerrdì pomeriggio il primo libro di Giuseppe Marletta, “La nobildonna”. Alla presenza, tra l’altro, del sindaco di Borgotaro, Diego Rossi, e di alcuni colleghi dell’autore, al tavolo dei relatori si sono alternati Mauro Raccasi (giornalista e scrittore di Parma), Maria Giuliana Anelli (insegnante di lettere presso l’istituto “Zappa Fermi” di Borgo Val di Taro) e l’autore. Dopo i saluti di rito di Carlo Ferrari, titolare della libreria (che ha illustrato le finalità culturali della sua attività), ha preso la parola Maria Giuliana Anelli, che, illustrata una breve biografia dell’autore, si è soffermata sul significato del libro e sui suoi riferimenti sociali, culturali, storico e geografici, evidenziando:    come l’autore abbia dato dell’Arma una visione dal suo interno, tratteggiando i legami fraterni esistenti tra i suoi componenti e l’attenzione mostrata verso chi giungeva in un nuovo reparto;     l’aspetto culturale del romanzo, dovuto alla passione dell’autore per le letture;     il modo con cui sono stati tratteggiati l’amato paese d’origine e Borgo Val di Taro (entrambi indicati con nomi di fantasia), nel quale ha trovato le condizioni per poter portare a compimento la stesura del romanzo;    la precisa descrizione della Sicilia, dai suoi splendidi paesaggi – dei quali sono stati ben evidenziati profumi e colori – all’oscura presenza della mafia, che ne condiziona tuttora un positivo sviluppo. Mauro Raccasi, affermato scrittore di Parma, ha     dapprima descritto i particolari più specificatamente tecnici e linguistici, esponendo il genere letterario (“thriller poliziesco”) a cui il libro fa riferimento ed il modo in cui l’autore ha declinato i dettami di quel genere, in cui ha trovato i segni dell’opera di alcuni grandi scrittori; poi piacevolmente duettato con l’autore con alcune domande sulle motivazioni poste alla base del libro, gli autori che hanno condizionato la scelta degli stilemi narrativi e l’ambientazione del prossimo romanzo. Giuseppe Marletta, dopo un doveroso saluto di ringraziamento alle autorità ed a tutti i presenti, nel rispondere a Raccasi, ha     evidenziato come la volontà di pubblicare il libro sia stata strettamente legata alla passione per la scrittura ed influenzata, in analoga misura, dalla sua professione;     indicato gli autori di riferimento in John Grisham, Wilbur Smith e Clive Cussler, segnalando come da quest’ultimo abbia acquisito la predilezione per un prologo retrodatato nel tempo rispetto al periodo di svolgimento della vicenda centrale del romanzo e per la riflessione introspettiva di alcuni personaggi chiave del romanzo, in cui si affacciano inizialmente raccontando i proprie sentimenti e senza dialogare con nessuno;riferito che intende mantenere la stessa ambientazione nel prossimo romanzo. Ha poi detto che la pubblicazione del romanzo rappresenta il classico sogno dell’infanzia, tenuto per molti anni nel cassetto, evidenziando come la permanenza a Borgo Val di Taro ed il contatto con la sua bella popolazione abbiano invece fatto maturare le condizioni per poterlo coronare. Ha infine ricordato un carissimo amico e collega prematuramente scomparso (al quale era legato da una fortissima amicizia), al quale il libro è dedicato, ed ha concluso segnalando che gli eventuali proventi del libro saranno in parte devoluti in beneficenza ad una locale associazione di volontariato proprio in omaggio alla forte vocazione altruista dei cittadini borgotaresi. Gli interventi del pubblico si sono incentrati sullo stile raffinato, quasi aulico, del libro, ben utilizzato per rendere ben affrontabili alcune situazioni drammatiche, e sulle modalità adoperate per scrivere il romanzo. A tale riguardo l’autore ha chiarito che, una volta inquadrato il contesto di ambientazione, ha creato i 6 personaggi, curandone i tratti somatici e caratteriali, redigendo poi una scaletta incentrata sul fatto di cronaca che fa da sfondo alle vicende narrate, avendo cura di descrivere poi la vita dei protagonisti.

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papÓ Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pi¨ occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole Ŕ assente Ú sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto