CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Tentato omicidio a Bardi

Tentato omicidio a Bardi

23 Feb 2012

Albanese ferisce con un coltello un rumeno

Provoca volontariamente una lite e, armato di un coltello, cerca di uccidere l’antagonista, ma finisce in manette, con l’accusa di tentato omicidio aggravato e porto senza giustificato motivo di arma bianca. Protagonisti della vicenda K. N., 27enne albanese, residente e Bedonia, ma domiciliato a Bardi ed un coetaneo, cittadino rumeno, residente a Rubbiano di Solignano, artigiano. A fermare l’albanese sono stati i militari della stazione di Bardi, unitamente ai colleghi della stazione di Bedonia e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Borgotaro. Il giovane, di professione boscaiolo e già noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona ed il patrimonio, nelle prime ore dello scorso 19 febbraio, ha volontariamente cercato la lite , all’interno di un locale, con il coetaneo, che però non ha reagito alle provocazioni, allontanandolo. Poco dopo lo stesso rumeno ed un connazionale, usciti per fumare, sono stati affrontati dal cittadino albanese che, estratto dalla propria giacca un grosso coltello, ha sferrato un colpo all’indirizzo dell’addome del suo antagonista, che si è però protetto alzando l’avambraccio sinistro, contro il quale la lama ha terminato la sua azione, trafiggendolo, ma impedendo che toccasse parti vitali. L’aggressore ha cercato di sferrare altri colpi all’indirizzo del malcapitato, che è però riuscito a sottrarsi alla sua furia allontanandosi precipitosamente e trovando rifugio all’interno del locale, protetto dai clienti presenti. Uno di questi ha anche impedito l’ingresso all’aggressore, che è rimasto però minacciosamente all’esterno. Nel frattempo, i carabinieri, allertati, si sono portati sul luogo dei fatti e, alla loro vista l’albanese ha tentato di disfarsi dell’arma, occultandola sotto un cumulo di neve, ferendosi così accidentalmente, in modo lieve, ad una mano. Grazie a questo e ad altri elementi e alle indicazioni dei presenti,il giovane è stato bloccato, mentre il ferito è stato trasportato con un’ambulanza all’ospedale di Borgotaro, dove gli è stata riscontrata una ferita all’avambraccio sinistro, giudicata guaribile in giorni 30. il ragazzo è stato ricoverato nel reparto di ortopedia. Nel frattempo a Bardi i carabinieri hanno rinvenuto un micidiale coltello artigianale da macelleria lungo circa cm. 42 e lo hanno sequestrato. Accertata la dinamica dei fatti ed i gravi indizi a suo carico, l’albanese è stato dichiarato in arresto e tradotto, immediatamente, alla Casa Circondariale di Parma e, dopo la relativa richiesta del pubblico ministero, il suo arresto è stato convalidato dai G.I.P. del Tribunale di Parma, che ne ha disposto la prosecuzione della custodia cautelare in carcere.

 

| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto