CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Bardi:"il sindaco sapeva del ponte da marzo"

Bardi:"il sindaco sapeva del ponte da marzo"

27 Ott 2011

Mandelli e cittadini sul piede di guerra

“Quanto successo al ponte dei Vicanini è una crollo preannunciato, è la dimostrazione che questa amministrazione sta sottovalutando la prevenzione del territorio.” Sul cedimento del pilone del ponte interviene, con un comunicato, il consigliere di minoranza del gruppo “Bardi, La Svolta, Giancarlo Mandelli. “Già da marzo – prosegue - quando il ponte era stato ripulito dai tronchi che ne ostruivano le campate, alcuni abitanti della zona avevano fatto presente il vuoto che era visibile sotto le fondazioni del ponte, continuando a chiedere, anche durante l'estate, un intervento di consolidamento prima delle piogge autunnali, preoccupati di quanto sarebbe potuto accadere, in quanto unica via d'accesso alle frazioni di Rossi, Faccini e Vicanini. Ma sono stati ignorati! Come è successo al sottoscritto che, tempo fa, fece presente in consiglio comunale che il ponte Brazza di Razza era privo di protezioni in quanto crollate e pertanto pericoloso per chi vi transita. A distanza di mesi è ancora così! Forse dobbiamo aspettare che qualcuno cada di sotto per intervenire? L'amministrazione comunale preferisce ostinarsi nella raccolta dei rifiuti dando, per altro, un pessimo servizio, preparandosi ad un investimento di circa 150 mila euro per la sostituzione di oltre 300 cassonetti. Non è meglio che il sindaco, Giuseppe Conti, si riveda e renda risorse umane ed economiche alla prevenzione del territorio. Strade, ponti e cunette sono al limite! Prevenire è meglio che curare... e costa meno. Il ponte di Vicanini ne è l'esempio. Quanto costerà e che disagi avranno gli abitanti delle tre frazioni? Quanto sarebbe costato consolidare un pilone ormai sospese nel vuoto? Chiamiamolo pure cedimento strutturale, io lo chiamerei mancanza di manutenzione. Il sindaco Giuseppe Conti ha detto: le frazioni sono abitate da anziani, bambini e aziende agricolo lattiere casearie, siamo pronti ad ogni eventualità, speriamo sia così! E in attesa che le segnalazioni siano prese a debita considerazione, quanto successo al ponte dei Vicanini faccia riflettere chi di dovere per il futuro.   “Ci sentiamo abbandonati dall’amministrazione comunale, nessuno di fatto vivo con noi in questi giorni”. C’è delusione e tanta rabbia tra gli abitanti delle tre frazioni del comune di Bardi isolate ormai da tre giorni, a causa del cedimento del pilone del ponte sul Ceno, sulla provinciale 28. “Alcuni di noi – dice un abitante – hanno transitato la mattina di domenica, con l’auto, sul ponte, poco prima che cedesse ed avevamo capito cosa stava per accadere. Del resto – prosegue – è da marzo che abbiamo segnalato il fatto, l’ultima volta ad agosto, ma nessuno ci ha voluto ascoltare”. La situazione è difficile: i bambini non vanno a scuola, gli adulti non possono recarsi al lavoro; qualcuno, più temerario, transita a piedi sul ponte, rischiando grosso. “D’altro canto – spiegano ancora – il guado fatto costruire dall’amministrazione comunale è stato spazzato via subito dalla pioggia di ieri. Abbiamo persone anziane bisognose di cure, che non riescono ad essere raggiunte. È veramente una cosa incredibile anche perché – terminano- avevamo avvisato e quindi il cedimento, con tutto quello che ne consegue, poteva essere evitato.”   Anche il consigliere regionale della Lega Nord, Roberto Corradi, è intervenuto sulla vicenda, presentando, in Regione, una interrogazione con la quale chiede alla Giunta Regionale di intervenire con urgenza per ripristinare il ponte sul torrente Ceno, lungo la strada che collega l’abitato di Bardi alle località denominate: Rossi, Faccini e Vicanini. In data 23 ottobre 2011, il sopracitato ponte che attraversa il torrente Ceno, ha registrato il cedimento di uno dei “piloni”, ed è stato conseguentemente dichiarato inagibile.Le località Rossi, Faccini e Vicarini, essendo prive di viabilità alternativa, a causa dell’inagibilità del ponte sul Ceno, risultano di fatto isolate. L’interruzione della viabilità crea un pregiudizio agli studenti che si vedono impossibilitati ad accedere alle scuole, ma è soprattutto fonte di pericolo per alcuni anziani affetti da patologie che richiedono interventi sanitari periodici.Per Corradi: “E’ importante che la Regione attivi prontamente gli opportuni interventi urgenti finalizzati a ripristinare il collegamento viario tra Bardi e parte delle sue frazioni, ora interrotto a causa dei danni subiti da uno dei “piloni” del ponte sul Ceno. Auspico che, attingendo ai fondi per le emergenze, l’Assessore Regionale alla Sicurezza Territoriale e Difesa del Suolo, possa fornire in tempi rapidi le risposte che si attendono i cittadini di Bardi residenti nelle località ora isolate.”   
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto