CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Calcio:  Compiano batte Solignano in Coppa Emilia

Calcio: Compiano batte Solignano in Coppa Emilia

30 Set 2011

E passa alle semifinali del torneo provinciale

In Coppa Emilia il Compiano vince 3 a 1 con il Solignano e riesce così a passare alle semifinali del Torneo. Provinciale. L’andata era terminata 2-1 a favore del Solignano e quindi gli uomini di Chiolerio   erano chiamati ad un difficile compito, perché gli ospiti sono una delle migliori squadre del girone. E’ stata una bella partita tra due squadre che interpretano il calcio in modo alquanto diverso, sia per disposizione che per mentalità tattica. Il Solignano predilige l’accerchiamento e il possesso palla, mentre il Compiano aspetta l’avversario e poi conquistata palla cerca di fargli male con veloci capovolgimento di fronte. Con questi presupposti lo spettacolo era assicurato e gli  intenditori di calcio dell’Alta Valtaro sono accorsi numerosi per  godersi la sfida. Un pubblico delle grandi occasioni che si  è sicuramente divertito poiché nonostante quanto dica il risultato la partita è stata viva fino alla fine. Parte bene il Solignano che per una ventina di minuti tiene meglio il campo rendendosi pericoloso in un paio di occasioni. In una di queste c’è da rimarcare un grande intervento dell’estremo del Compiano Sandro Leporati, che con un gran tuffo alla sua destra, va a togliere dall’angolino basso un bellissimo tiro dal limite scagliato da Caputo. Sembrava il preludio al goal, ma scampato il pericolo, da questo momento il Compiano ha cominciato a far funzionare le sue ripartenze dando così del filo da torcere al reparto difensivo degli ospiti. In uno di questi capovolgimento di fronte la difesa rimaneggiata del Solignano si è fatta sorprende da una bellissima azione che ha liberato al tiro uno stratosferico Borella, che tutto solo ha colpito al volo di collo pieno, infilando il pallone nell’angolino basso alla sinistra dell’esterrefatto  Camisa. Un goal di rara fattura e di grande bellezza, che però ha evidenziato i limiti di piazzamento della difesa del Solignano, poiché non si possono lasciare ben due avversari soli soletti in piena area. La reazione degli uomini di Setti non si è fatta aspettare ed è culminata con una gran pressione territoriale che ha però fatto correre pochi pericoli alla porta difesa da Leporati. Solo in un frangente e sugli sviluppi di un calcio piazzato, il Solignano poteva riagguantare il pareggio, ma una evidente trattenuta di Roberto Mori avvenuta in area, ha impedito a David di andare a colpire un facile pallone. Il rigore lo hanno visto tutti, ma non l’arbitro che tra l’ilarità generale ha fatto proseguire il gioco come se nulla fosse accaduto. Tornati in campo dopo il meritato riposo,  le due squadre hanno continuato a giocare sulla falsariga del primo tempo e  c’è voluto un errore difensivo del Compiano per rompere gli equilibri tattici. L’espulsione di Besagni per fallo da ultimo uomo sul lanciatissimo Bertucci sembrava che dovesse far pendere la partita a favore degli ospiti, ma è avvenuto l’esatto contrario, poiché il Solignano alla ricerca, a quel punto,  di un meritato pareggio, si è sbilanciato ancor di più, favorendo il gioco di rimessa del Compiano che nel breve volgere di una decina di minuti ha siglato altri due goal. Un 3-0 che non la raccontava troppo giusta, ma che ci stava proprio perché nel calcio conta chi la butta dentro. Il secondo goal è arrivato su rigore causato da un’ingenuità del giovane Camisa, che ha travolto in uscita un Roberto Mori lasciato colpevolmente solo sulla tre quarti. Il portiere del Solignano ci ha messo del suo, perché l’uscita non ci stava proprio, visto che l’attaccante del Compiano era molto defilato e stava per essere chiuso da ben due difensori. Anche nel terzo goal c’è stato un pasticcio difensivo; però questa volta va diviso equamente tra il centrale Andrea Pesci e l’estremo ospite che non sono riusciti a fermare Borella, che è non è dovuto andare in cielo per colpire di testa un lento cross del solito Roberto Mori. Questo nonostante il mediano del Compiano debba concedere molti centimetri al centrale ospite. 3-0 e tutti a casa? Non proprio, perché qui è cambiata ancora la partita. Non avendo più nulla da perdere gli ospiti hanno cominciato a giocare con più frenesia e soprattutto hanno verticalizzato molto di più e così facendo, all’ 85° è arrivato il goal di Bertucci che ha riaperto la partita; perché con il 3-2 sarebbe stato il Solignano a passare il turno. Nei dieci minuti finali, recupero compreso, gli ospiti hanno messo alle corde la difesa del Compiano e proprio all’ultimo secondo hanno colpito un clamoroso incrocio dei pali con Capitan Bassi, che nel finale era passato a fare il centravanti. Passa il  turno quindi, la squadra più concreta che ha sfruttato appieno le occasioni create o se si vuol essere pignoli,che ha sfruttato al meglio gli evidenti errori difensivi degli avversari. Un Compiano che ha messo in mostra grande carattere  e buona velocità, soprattutto in Borella che ieri sera, è apparso un giocatore di altra categoria; e questo non per i goal  messi a segno,che certamente sono importanti, ma che non hanno influito in questo nostro giudizio. Nel Compiano hanno disputato una buona partita oltre al solito e decisivo  Roberto Mori , anche Lucchi e Foglia che si sono distinti per abnegazione, per corsa e per tecnica. Tre nuovi acquisti questi ultimi, davvero importanti che hanno portato qualità e quantità nel centrocampo del Compiano. Che con questi giocatori può pensare di sfruttare di più gli inserimenti da dietro. Cosa dire del Solignano? Ha giocato, ha fatto girare palla, ma il calcio prevede il goal e se non si tira in porta è poi difficile, se non impossibile segnarne qualcuno. La mancanza di un punto di riferimento come Filippo Bertorelli, si è forse fatta sentire più del dovuto, ma questo è un problema che Mister Setti deve risolvere cercando altre soluzioni, poiché  il centravanti ha caratteristiche uniche. Per la sconfitta, non  serve forse nemmeno prendersela troppo con l’arbitro, che ha sorvolato su un evidente rigore a favore,e su un paio di fallacci da espulsione commessi dal Compiano che avrebbero certamente cambiato la partita. Nel Solignano si sono distinti Caputo, Bertucci e nel primo tempo il giovane Bazzoni. Da rivedere completamente la difesa che nonostante presentasse  due defezioni di straordinaria importanza è da rivedere nell’assetto tattico. In 10 contro 11, contropiedi letali come quelli messi in mostra ieri sera dal Compiano non si possono subire e questo senza voler nulla togliere alla qualità dei padroni di casa.   
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto