CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Sciopero CGIL: la UIL lo contesta

Sciopero CGIL: la UIL lo contesta

08 Set 2011

E con la CISL organizza una manifestazione

Secondo la CGIL erano in diecimila, ieri a Parma, per prendere parte allo sciopero generale contro la manovra del governo. Fra i tantissimi presenti, lavoratori, politici, studenti, anche numerosi amministratori che, come il primo cittadino di Borgotaro, Diego Rossi, hanno criticato i tagli agli enti locali. Uno sciopero generale, che ha coinvolto numerose città d’Italia, ma che ha registrato il forfait, annunciato da giorni, degli altri due sindacati CISL e UIL, contrari  a scendere in piazza. In una nota, il segretario generale U.R. Uil di Emilia Romagna e Bologna, Gianfranco Martelli scrive: «Nutro profondo rispetto per i cittadini, i lavoratori e i pensionati che ieri hanno aderito allo sciopero della Cgil, scendendo in piazza. Come deve essere, ognuno ha la sua propria sensibilità. Non dobbiamo tuttavia dimenticare come il nostro Paese stia vivendo una fase di estrema complessità e di intenso disagio sociale. E proprio in virtù di questo, va sottolineato come purtroppo, ancora una volta, la Cgil abbia sbagliato nel proclamare questo ennesimo sciopero generale che non porterà a nulla. Il problema della Cgil non è il merito delle questioni, ma è di stampo politico. La logica che guida ora le scelte della Uil poggia su un modello di sindacato che si rifà alla concertazione di stampo riformista. Un modello che nella Cgil pare essere in netta minoranza laddove rimane prigioniero degli schemi consunti legati all’antagonismo ideologico. Finanche nei momenti più aspri della dialettica sindacale, stile e correttezza di toni (talvolta anche duri) hanno sempre contraddistinto la Uil Emilia Romagna che non vanta nel suo Dna alcun pedigree offensivo nei confronti di chi non condivide in alcun modo le sue opinioni. Un rispetto che si estende anche ai simboli». Intanto, dopo il sit-in del 1 settembre a Roma davanti al Senato, CISL e UIL e a livello territoriale davanti alle prefetture di tutta Italia CISL e UIL Emilia Romagna continuano la loro mobilitazione organizzando per sabato 10 settembre una manifestazione regionale davanti alla Prefettura di Bologna per chiedere al Governo l’introduzione nella manovra economica dei cambiamenti necessari nel segno dell'equità, della tenuta sociale e dello sviluppo dell’occupazione.Troppi in questi giorni hanno distratto l’attenzione dei lavoratori e dei pensionati, distogliendoli dall’urgenza di inchiodare il parlamento alle sue responsabilità nel varare una manovra nella quale la CISL e la UIL da tempo dichiarano con fermezza di non riuscire ad intravvedere né il segno della necessaria equità nella distribuzione dei tagli, né l’impegno ad avviare il paese sulla strada dello sviluppo, garantendo insieme a certezza ed esigibilità per la contrattazione aziendale, anche il sostegno all’occupazione e al lavoro, uniche vie d’uscita per il rilancio dell’economia del nostro paese e per la ripresa della fiducia dei mercati nelle sua capacità produttive.L’appuntamento è a Bologna in piazza Roosvelt, dove sono attesi gli interventi dei segretari nazionali della CISL Piero Ragazzini e della UIL Paolo Pirani, e dove quadri, militanti e iscritti delle due organizzazioni converranno per le 9.30 di sabato mattina. Ribadita ancora una volta e quindi chiara la scelta di non danneggiare lavoratori e aziende ricorrendo a manifestazioni nella giornata di sabato.
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto