CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Rally Internazionale del Taro: ha vinto Devid Oldrati

Rally Internazionale del Taro: ha vinto Devid Oldrati

16 Mag 2011

SU CITROEN C4 WRC

E’ stato un duello acceso, emozionante e incerto fino alla bandiera a scacchi quello che si è vissuto al 18° Rally internazionale del Taro. Devid Oldrati, affiancato da Guido D’Amore, ci ha creduto fino in fondo ed è riuscito a portare la Citroen C4 Wrc made in Tamauto sul gradino più alto del podio, conquistando una vittoria che lo proietta in vetta all’IRC Pirelli. A coinvolgerlo in una sfida quanto mai avvincente è stato Roberto Botta, anche lui con una vettura Citroen gestita da Tamauto, la Xsara, e con Piercarlo Capolongo alle note: a dividerli, sul palco finale di Bedonia, solo 2/10 di secondo, che testimoniano il livello della competizione. Sotto il sole di sabato pomeriggio la gara era iniziata nel segno di Claudio Sora, vincitore della prima speciale ma rallentato da un testacoda e poi definitivamente stoppato dalla rottura del motore della sua Ford Focus Wrc, che ha lasciato il testimone a Roberto Cresci. Il pilota toscano però, complice una scelta inadatta di pneumatici sotto la pioggia battente di questa mattina, ha stropicciato la sua Focus Wrc a più riprese nel primo giro di speciali, fermandosi al parco assistenza seguente. A quel punto la vittoria è stata una questione privata fra Oldrati e Botta, che con un ritmo incalzante hanno scavato un solco fra loro e gli inseguitori scavalcandosi più volte durante la giornata. Allo start della speciale conclusiva si sono presentati con un margine di 2”8 a favore di Oldrati: Botta ha sferrato un ultimo, risoluto attacco che gli ha permesso di vincere la speciale, ma di lasciare la gara per 2/10 all’avversario. A completare il podio è la Citroen Xsara Wrc di Marco Paccagnella e Beniamino Bianco, insediatosi in terza posizione fin dalle prime battute e risoluto nel mantenere la posizione per l’intera gara, difendendosi dagli attacchi della Peugeot 206 Wrc di Luca Ambrosoli. Stefano Capelli non ha avuto rivali fra le S2000, aumentando progressivamente il ritmo fino a portare la sua Peugeot 207 S2000 al quinto posto assoluto. Alle sue spalle ha chiuso Eddie Sciessere, che dopo aver ceduto terreno agli avversari nella parte centrale della gara per un’errata scelta di gomme ha attaccato a fondo nell’ultimo giro di speciali, conquistando una meritata vittoria fra le 2RM a bordo della Renault Clio S1600, davanti al pilota locale Fabio Federici (settimo assoluto) e Alessio Santini (nono), mentre l’ottavo posto è stato appannaggio di  Denis Babuin su Citroen Xsara Wrc. A completare la top ten è la Renault New Clio R3C di Omar Bergo, che si è imposto nel Trofeo Renault Clio R3 davanti a Matteo Giordano, che ha scavalcato proprio sull’ultima prova Milko Pini. Nel Trofeo Gordini, riservato alle Twingo R2B, successo per Paolo Amorisco, mentre Marcello Nicoli porta a casa la vittoria fa le Renault Clio RS di classe N3 del trofeo Corri con Clio e Alessio Beneventi, su Peugeot 207 R3T, porta a casa la vittoria nella sfida del Peugeot Competition Top. Fra i protagonisti mancati del Rally del Taro, oltre ai già citati Claudio Sora e Roberto Cresci, spiccano i nomi del campione in carica IRC Manuel Sossella, fermo già subito dopo il palco partenza per noie all’elettronica della sua Subaru Impreza Wrc, Franco Leoni, uscito di strada, e Davide Medici, impossibilitato a proseguire per l’appannamento del parabrezza. Alla fine sono stati XXX gli equipaggi che hanno visto il traguardo di Bedonia, sui 110 partiti ieri.   RALLY DEL TARO PROMOSSO CON SUCCESSO C’è soddisfazione, in casa della Scuderia San Michele, per il grande successo riscontrato anche quest’anno dalla sua manifestazione, giunta all’edizione numero 18. 114 equipaggi al via, un grande pubblico sia alla partenza da Borgotaro che nel paese di Bardi per le speciali di sabato, tanto spettacolo offerto dai concorrenti: non è mancato nulla al Rally del Taro 2011, con il meteo ballerino che quest’oggi ha più volte mischiato le carte in tavola rendendo ancora più avvincente la gara.   Le classifiche 1.Oldrati-D’Amore (Citroen C4 Wrc) in 1h22’36”3; 2. Botta-Capolongo (Citroen Xsara Wrc) a 0”2; 3. Paccagnella-Bianco (Citroen Xsara Wrc) a 47”2; 4. Ambrosoli-Viviani (Peugeot 206 Wrc) a 1’18”0; 5. Capelli-Tirone (Peugeot 207 S2000) a 1’39”9; 6. Sciessere-Rossi a 2’42”6; 7. Federici-Bardini a 3’08”9; 8. Babuin-Gaio (Citroen Xsara Wrc) a 3’15”1; 9.Santini-Mazzetti a 3’23”0; 10. Bergo-Brusati (Renault New Clio R3C) a 4’02”4 (gli altri su Renault Clio S1600).   COSI’ IN CAMPIONATO 1.Oldrati p.ti 115; 2. Botta 101; 3. Capelli 87; 4. Sciessere 81; 5. Sossella 80.
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papā Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pių occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole č assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto