CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Calcio: Borgotaro sempre più in crisi

Calcio: Borgotaro sempre più in crisi

25 Mar 2011

Sconfitto anche nel recupero di mercoledì

Mercoledì si sono svolti alcuni recuperi di campionato che hanno coinvolto nostre squadre.   Borgotaro - Valnure 0-1. Brutta partita decisa dall'arbitro che ha concesso agli ospiti un rigore del tutto inesistente e poi  ne ha negato  uno al Borgotaro. Poche le occasioni da goal ma il Valnure è parsa una squadra "di categoria", mentre il Borgotaro infarcito di giovani e di seconde linee, ha denunciato proprio per questo limiti tecnici e fisici imbarazzanti. Non è piaciuto l'atteggiamento del Borgotaro che in svantaggio di una rete non ha fatto nulla per mettere pressione agli ospiti, nemmeno negli ultimi minuti. Cercare di partire dalla propria area, palla al piede, quando gli avversari ti dominano tecnicamente e fisicamente, nel calcio "adulto" non ci sta, specialmente quando ti accorgi che con la ricerca della tecnica non cavi un ragno dal buco. Questo va bene nelle giovanili dove i ragazzi debbono imparare e dove il risultato non conta, o meglio, non dovrebbe contare. A nostro avviso il Borgotaro, doveva saltare il centrocampo ad ogni occasione se voleva avere qualche possibilità di pareggiare, ma non lo ha mai fatto per scelta tecnica.  Con la concomitante vittoria del Combisalso sulla capolista Fiore con un perentorio 2 a 0, la situazione in classifica del Borgotaro si è fatta drammatica e quindi le speranze sono ormai appese al classico lumicino. Uno spiacevole incidente è accaduto a  fine gara: l' allenatore ospite si è avvicinato alla rete  per discutere con un tifoso un po' troppo esagitato del Borgotaro che ha dato una spinta alla recinzione toccando quindi anche il Mister in modo molto lieve . La cosa brutta è l'allenatore del Valnure ha accentuato il colpo rotolandosi a terra come se fosse stato travolto da un tir. Una pantomima che ha riscaldato più del dovuto gli animi già agitati per l'esito della gara. Da questo, è partita una maxi rissa generale, fatta di "trattenimenti", spintoni e insulti reciproci, che per fortuna si è spenta senza conseguenze fisiche per i (molti) partecipanti.     Finisce 2 a 2 tra Bardi e Calestanese e forse è il risultato più giusto. Un pareggio che non premia gli ospiti che hanno messo in mostra più sagacia tecnica, e che non premia nemmeno la voglia di riscatto del Bardi, che aveva assoluto bisogno di vincere, per inseguire la penultima posizione in classifica che lo porterebbe (forse)ai play-out. Gli ospiti hanno avuto il torto di non capitalizzare nel primo tempo due  nitide occasioni da goal che hanno fatto tremare prima la traversa e poi il palo a Bosi battuto. La Calestanese è apparsa più tecnica e più concreta, perchè riusciva con le sue tre punte di fatto, a coprire tutto l'arco del proprio attacco e a trasformare ogni rinvio difensivo in una azione ficcante. Il campo di Varsi è estremamente piccolo e corto e quindi infoltire il centrocampo, come ha fatto il Bardi è sicuramente una scelta che difficilmente paga. Molto meglio avere tre attaccanti, per poi servirli con palloni lunghi, e tenere gli uomini della mediana schiacciati sulla difesa per non lasciare spazi agli avanti avversari. Proprio come ha fatto la Calestanese, che senza correre rischi avrebbe potuto chiudere, come detto, il primo tempo con un doppio vantaggio. Così non è stato, e nel secondo tempo, alla prima occasione della partita il Bardi ha punito gli ospiti sciuponi con un gran goal di Pambianchi, che riprendendo un corta respinta della difesa e con una gran conclusione di controbalzo, ha piegato le mani del bravo portiere della Calestanese. Un goal che dava coraggio al Bardi che si creava un' altra occasione con Losa. Un errore che permetteva alla Calestanese di uscire di nuovo e di andare vicino al pareggio in un paio di occasioni. Alla terza, dopo una bella azione corale gli ospiti presentavnoa un loro giocatore tutto solo davanti a Bosi che nulla poteva sulla bella conclusione dell'attaccante. Raggiunto il pareggio, la Calestanese ha continuato a premere e ha segnato la rete del vantaggio su doppio svarione degli uomini di Carretta, che prima si facevano soffiare la palla sulla linea di fondo nei pressi dell'area di porta e sul successivo cross rasoterra siglavano la più classica delle autoreti. Un infortunio quello dell'azione dell'autorete, che avrebbe potuto tagliare le gambe a chiunque, e forse sarebbe stato anche così, se Bosi, dopo un paio di minuti non avesse salvato il risultato con un'ottima uscita su un attaccante della Calestanese che si era presentato ancora una volta tutto solo davanti a lui. Goal sbagliato e goal subito, ancora una volta la più antica legge del calcio ha colpito con Max Losa, che si è avventato su un pallone lungo e passando tra due difensori ha appoggiato comodamente in rete. Da notare che il Bardi ha raggiunto il pareggio dopo che aveva fatto entrare due attaccanti che con Losa e Belli potevano aspettare i lanci lunghi, senza affannarsi in rincorse infruttuose del pallone su un campo che oltre a essere insufficente nelle misure è insufficente anche nel fondo.   Un Felegara finalmente concreto, vince la seconda partita consecutiva in trasferta travolgendo per 3 a 1 il Sala . I ragazzi di Cassini con questa  vittoria si preparano allo sprint finale per migliorare la posizione in classifica che fin qui è piuttosto deficitaria.   Giorgio Mansanti      
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto