CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Fincuoghi: "uniti con i lavoratori"

Fincuoghi: "uniti con i lavoratori"

22 Mar 2011

Corsa contro il tempo per salvare gli stabilimenti della Valtaro

“Stare uniti” è la parola d’ordine categorica per lavoratori, sindacati ed istitutiuzioni,poiché, un eventuale soluzione positiva della crisi Fincuoghi, potrà essere trovata solo coinvolgendo le vicende di tutti gli stabilimenti: Borgotaro, Bedonia, Sassuolo e Fiorano. L’intenzione, manifestata dalla famiglia Cuoghi di ritirarsi dall’attivià ha reso, infatti, indispensabili e, soprattutto urgente, l’esigenza di trovare nuovi imprenditori disponibili a rilevare l’azienda, anche se a tronconi, per mantenere i livelli occupazionali. Ma è una corsa contro il tempo, e di questo ne sono ben consapevoli tutti. Per maggiorid ettagli guarda il Tg di RTA del 21/03 Intanto, sulla vicenda, intervengono anche i vertici regionali, provinciali e locali del Partito della Rifondazione Comunista, con un comunicato:La situazione che si è venuta a creare dopo la decisione del Tribunale di Modena  - legittima e che qui non si discute anche in attesa di conoscerne le motivazioni - venerdì 11 marzo di non discutere l’ipotesi di Concordato presentato dalle industrie Fincuoghi ha creato forti preoccupazioni per i circa 250 lavoratori del gruppo presente a Bedonia e a Borgo Val di Taro. L’incontro di venerdì 18 marzo in Regione all’Assessorato Attività Produttive ha cercato di fare il punto della situazione e di verificare se siano ancora in essere le garanzie degli ammortizzatori sociali, dopo una prima fase di ferie retribuite concordate dai sindacati con la proprietà. Questo speriamo che consenta di arrivare, sin da un primo incontro previsto già per martedì 22 marzo, a una soluzione positiva, ma non nascondiamoci, delicata e difficile per i due stabilimenti di Bedonia e di Borgo Val di Taro. Sappiamo dell’interessamento di gruppi italiani e stranieri per gli stabilimenti del gruppo Fincuoghi (quattro,in aggiunta ai due già citati quello di Fiorano e di Sassuolo). E del riposizionamento che Soprip deve tornare a costruire dopo che il Governo Berlusconi  ha sospeso -  con una decisione pesantissima per la Valtaro -  gli incentivi per le energie alternative (nel caso specifico il progetto di copertura con i pannelli fotovoltaici per lo stabilimento di Bedonia). Sappiamo dell’interesse di un gruppo per Bedonia e dell’impegno profuso da Soprip per continuare a cercare una soluzione positiva. Sappiamo anche che la proprietà Fincuoghi ha deciso - finalmente verrebbe di dire-  di ritirarsi e di mettersi a disposizione perché il passaggio vada a buon fine. Speriamo e vigiliamo tutti perchè alle intenzioni seguano i fatti. Le istituzioni locali tutte sono giustamente preoccupate, ma anche impegnate a garantire un futuro lavorativo concreto e continuativo per i  lavoratori Fincuoghi, per le loro faniglie, e per l’Alta Val Taro. Questa vicenda che ormai si protrae da circa un biennio non è solo frutto della crisi economica internazionale e nello specifico della crisi del settore ceramico, ma anche di scelte imprenditoriali errate che condizionano pesantemente il futuro di molte famiglie. E questo a fronte di un impegno e di un fortissimo senso di responsabilità da parte degli operai e delle operaie Fincuoghi. Speriamo e chiediamo che oltre al senso di responsabilità, nel presente e nel futuro, i lavoratori vengano considerati non solo come risorse umane, ma come protagonisti attivi e portatori di dignità, competenze, capacità che vanno valorizzate, rispettate, difese e adeguatamente ricompensate. In primo luogo assicurando continuità di occupazione e di retribuzione in questa fase difficile.    
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papÓ Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pi¨ occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole Ŕ assente Ú sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto