CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Calcio: sconfitte che bruciano

Calcio: sconfitte che bruciano

01 Mar 2011

Tremano Borgotaro, Solignano e Bardi

Cominciamo dalla Valtarese che è riuscita finalmente a vincere un quasi scontro diretto. L' 1-0 sul Luzzara è maturato tramite il gioco e dopo aver sbagliato le solite 5/6 palle goal. A togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato il giovane Calchini che è andato a segno alla prima occasione utile che gli si è presentata. "Il cobra" è il nomignolo che gli hanno affibbiato i suoi compagni e a detta di mister Setti, mai soprannome fu più approppiato. "Nonostante i suoi diciotto anni, in zona goal ha la freddezza di un veterano", con queste parole il Mister ci ha descritto le qualità del giocatore e a quanto pare deve essere proprio così, poichè nelle ultime due vittorie, della Valtarese c'è il suo zampino. Con questa vittoria la Valtarese si avvicina alle squadre che la precedono, ma quello che è importante, è che riesca a dare continuità ai risultati se vuole togliersi dalla scomoda posizione che occupa ora.   La Medesanese dopo le due vittorie consecutive ha completamente mollato contro il Fontana ed è tornata a casa umiliata sul piano del gioco e del risultato. Prendere 3 goal e non farne neanche uno,è sinonimo di non gioco e Mister Ghillani sapendolo,  si è molto arrabbiato con i suoi ragazzi che a suo dire,  hanno giocato questa partita come se fosse l'ultima di campionato. Era sicuramente prevedibile un calo di tensione, ma forse, neanche il bravo Ghillani, poteva pensare che fosse di questo spessore.   Il Borgotaro perdendo per 2-1 a Gragnano ha perso anche un'occasione d'oro per dare un senso diverso a questo campionato. Una sconfitta questa, che brucia molto di più delle altre rimediate fin qui, perchè ottenuta contro una squadra di caratura inferiore che fino a 15 minuti dalla fine era sotto di un goal e che non aveva quasi mai tirato verso la porta di Aschieri. Quindici minuti di pura follia sono bastati al Borgotaro per gettare al vento una vittoria che fino a quel momento non sembrava in discussione e che avrebbe garantito il quartultimo posto in classifica. Ora invece, i ragazzi di Borzoni si ritrovano solitari sul fondo della graduatoria e hanno di che recitare il mea culpa, perchè quando si sbagliano tante occasioni per chiudere definitavemnte le partite, le giustificazioni poi, non hanno troppo senso e alla fine intaccano anche il morale.   Anche il Bedonia perdendo per 1-0 a Soragna, sciupa un'occasione per tirarsi fuori dal brutto momento che lo attanaglia. Un solo punto in partite abbordabili come quelle contro il Fornovo, il Borgotaro e il Soragna sono un brutto sintomo, poichè la squadra di Mister Sipone non ha assolutamente demeritato, ma non riuscire a raccogliere quanto si semina è, nel calcio, un brutto difetto. La sconfitta di ieri a Soragna, è arrivata dopo molti errori in attacco, per un goal subito a dieci minuti dal termine causa un'infortunio del pur bravo portiere bedoniese. Per il Bedonia ora servono punti, perchè la classifica si è fatta estremamente pericolosa e la forza della squadra non merita tale posizione.   E' davvero un nuovo corso quello del Fornovo, che a Monticelli è stato raggiunto sull' 1-1 solo al 94°. Sicuramente Mister Orlandi sarà molto arrabbiato per questa mancata vittoria, ma noi non possiamo che rilevare, che questo Fornovo dopo l'arrivo del nuovo direttore Sportivo Tito Cavalieri ha cambiato nettamente registro, specialmente per quanto riguarda la fase difensiva. Sono ormai 3 le partite utili consecutive e questo fa sicuramente morale oltre che classifica, mancano le vittorie per sistemare davvero le cose, ma se il Fornovo continua così, arriveranno presto anche quelle.   Quello che sembrava un turno facile facile per il Compiano si è rilevato più complicato del previsto, perchè il Real 2000 ha venduto cara la pelle e l'1-0 finale è li ha dimostrarlo. Ha deciso ancora una rete di Roberto Mori che è una vera e propria macchina da goal. Ormai non c'è stopper che possa fermarlo; sono infatti 9 i goal segnati nelle ultime 7 partite, ma nel prossimo turno il Compiano dovrà fare a meno delle sue realizzazioni. Questo, non per merito di un centrale avversario, ma per la squalifica per somma di ammonizioni che dovrà scontare. Il Compiano ora occupa il 5° posto in classifica che sicuramente è una posizione di prestigio, ma che lascia un po' d'amaro in bocca per quanto sciupato ad inizio di campionato.   Il Solignano prende tre sberle in casa dal coriaceo Ghiare e sprofonda in una crisi di risultati che lo mettono in serio pericolo. La Classifica con questa sconfitta, si è fatta davvero pericolosa, e anche se non rispecchia la reale forza di questa squadra, i punti sono quelli e con quei punti bisogna fare i conti. Il 3-1 di ieri non ha attenuanti, poichè ad un certo punto anche le attenuanti cadono e non servono per analizzare cosa sta succedendo ad una squadra costruita per ben altri traguardi e per di più, con uno sforzo economico, da parte della società, degno di nota. In questi frangenti, forse una scossa potrebbe servire, perchè questa squadra deve ricominciare a giocare da squadra, cosa che per ora non gli riesce più.   Il Bardi non ce l'ha fatta ad uscire imbattuto dal campo del quotato Cervo Collecchio e questo, nonostante fosse passato in vantaggio. La squadra di Mister Carretta, seppur decimata dalle squalifiche, ha iniziato l'incontro con il piglio giusto e dopo il vantaggio ha sbagliato in un paio di occasioni il raddoppio. Come per il Borgotaro anche per il Bardi vale la legge calcistica, che chi sbaglia paga e i punti vanno agli avversari. Un trend questo delle sconfitte, che ha relegato il Bardi a ben 7 punti dal Solignano che occupa il terzultimo posto e da regolamento, ora come ora, i bardigiani sarebbero retrocessi senza poter disputare nemmeno i play-out. E' vero che rimangono ancora molte partite, e ci sono anche alcuni recuperi da fare, ma quando si accende un'allarme di queste proporzioni bisogna correre ai ripari per non rimanere bruciati.   La Varanese non va oltre lo 0-0 contro il Valgotra e, a meno di miracoli, anche per quest'anno deve abbandonare le velleità di promozione. Eppure i ragazzi di Mister Dattaro ce l'hanno messa tutta per vincere la partita, ma il Valgotra non poteva concedere nulla perchè altrimenti, rischiava a sua volta di perdere punti promozione. Un palo per parte e i molti capovolgimenti di fronte hanno reso la partita avvincente e combattuta, divertendo i numerosi spettatori accorsi sulle tribune del comunale di Varano. Secondo noi il pareggio non fa bene neanche al Valgotra che con la divisione della posta ha perso la seconda posizione in classifica. Ora sono quattro le squadre che racchiuse in soli due punti lotteranno per la promozione e quindi è facile prevedere che gli scontri diretti varranno doppio. Il Valgotra, rispetto alle concorrenti ha il non piccolo vantaggio, di aver già affrontato sia la Varanese che la capolista Scanderbeg, che come era prevedibile a ripreso a macinare punti ed avversari.     Incredibile e roccambolesca sconfitta del Felegara che sul campo amico subisce la più cocente sconfitta della sua breve storia. Cinque goal subiti e nemmeno uno fatto, potrebbe significare che sul Parrocchiale di Felegara c'è stata solo la squadra della Bassa Parmense, ma così non è stato poichè i locali sono rimasti in partita fino quasi alla fine, sbagliando goal a raffica e hanno deposto le armi solo nei 5 minuti finali. Non è certamente la prima volta quest'anno, che i ragazzi di Cassini subiscono goal a raffica, ma ormai il problema difensivo ha raggiunto proporzioni devastanti, tanto più se pensiamo che i giocatori del reparto, presi uno ad uno, non sono affatto scarsi, a partire dal bravo e conteso portiere Dallapina, che l'anno scorso militava nel Fidenza. Il primo non prenderle è un viatico che funziona sempre nel calcio, perchè se non le si prende, poi va a finire che prima o poi si danno. Una legge calcistica che dovrebbe far pensare molti.   Giorgio Mansanti          
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto