CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Maltempo: frane e smottamenti in Valtaro

Maltempo: frane e smottamenti in Valtaro

11 Gen 2011

A Setterone 18 persone rimaste isolate per ore

È ancora emergenza, a Bedonia, a causa del maltempo: cinque nuclei familiari di Setterone, in tutto 18 abitanti, sono rimasti isolati da sabato sera a causa di una frana, con un fronte di circa 30 metri, che ha letteralmente invaso la carreggiata della comunale Bivio Pontestrambo- Alpe- Setterone; sassi, massi, piante, terra e fango sono scivolati di colpo da un costone del monte Penna, bloccando l’unica via di collegamento con la strada provinciale Bedonia- Passo del Bocco della frazione. Erano circa le 19 di sabato quando alcuni abitanti che stavano raggiungendo Bedonia si sono trovati la strada bloccata dai detriti e, solo per fatalità, non sono rimasti coinvolti dallo smottamento. Sul luogo è giunto immediatamente il sindaco, Carlo Berni che, accompagnato dal consigliere delegato alla protezione civile, Giuseppe Oppici, hanno chiesto l’intervento della sezione locale della Croce Rossa. I militi hanno raggiunto a piedi, attraverso il bosco, le case rimaste isolate ed abitate principalmente da anziani ed ammalati. Sono intervenuti anche i carabinieri di Bedonia i tecnici comunali ed una ditta privata di escavazioni che, ieri mattina, ha iniziato a lavorare, scaricando a  valle diversi massi per riaprire un varco per il passaggio pedonale, cosa che è accaduta intorno a mezzogiorno, quando k’isolamento è terminato. In serata un’altra emergenza, fortunatamente di lieve entità: al bivio Perini, sempre nella stessa zona, un masso, di circa 10 quintali, è caduta sulla strada, enza interrromere però la viabilità. Amche in questo caso solo il fato ha voluto che nessuno transitasse da lì in quel momento evitando una vera tragedia. Il grande sasso è stato rimosso questa mattina. “La situaizone rimane ad alto rischio – ci ha detto Oppici – soprattutto se continuerà a piovere, perché il pericolo di altri smottamenti è altissimo.” L’alta Valtaro, dopo l’emergenza del vetroghiaccio, è tornata lentamente alla normalità. Gli operatori comunali, di alcune ditte private, degli uomini delle cooperative forestali, dei tecnici della Provincia, e dei volontari di Croce Rossa e Protezione Civile hanno lavorato instancabilmente per risolvere una difficile situazione già dalla serata di sabato. Ma, ovunque, rimangono i sgni dei danni, ingenti, provocati dal maltempo, che ancor auna volta si è accanito su una zona già martoriata nelle scorse settimane. Il rialzo, veloce e netto, delle temperature, ha messo in allerta ancora tutti, questa volta per il pericolo delle frane. A Valmozzola, ad esempio, da mesi monitorata per l’imponente fronte franoso che minaccia la provinciale di Fondovalle Taro, massi, detriti e pietrisco sono caduti sulla strada comunale per Fratta e in parte sulla Fondovalle Taro: subito sono stati rimossi, e la viabilità non ha subito interreuzioni. Problematica, invece, la circolazione interna per la presenza delle frane di Vei, Case Bertucci e nei pressi del bivio di San Siro, alle porte del capoluogo di Mormorola. Anche ieri sono proseguiti i lavori sulla frana di Monte Gallo per liberare dai detriti e dal fango l'arcata del ponte sul Rio delle Marne, sulla strada provinciale che collega i centri della Valtaro. In Valceno, infine, è iniziato il disgelo, causato anche qui dal forte rialzo delle temperature, che ha messo in allerta le amministrazioni, che devono fare i conti anche loro con alcune frane, di grossa entità, che potrebbero tornare a muoversi in qualsiasi momento. 
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papÓ Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in pi¨ occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole Ŕ assente Ú sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto