CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Gruppo per un piano energetico locale

Gruppo per un piano energetico locale

07 Gen 2011

Autocostituito a Borgotaro

Lo sviluppo di ogni luogo e strettamente legato ai nuovi principi della sostenibilita, intesa come valorizzazione economica, ambientale e sociale delle risorse reperibili sul territorio, per il mantenimento e l’ampliamento delle possibilita e delle opportunita offerte agli abitanti del luogo stesso. Nella zona industriale di Borgo val di Taro, accanto allo stabilimento della Fincuoghi, e in programma una Centrale termoelettrica turbogas a ciclo combinato da 65 MW di potenza. Il progetto proposto dalla multinazionale Duferco – Dufenergy pone una serie di interrogativi sulla validita dell’operazione: ● La Centrale userebbe gas naturale, risorsa non rinnovabile soggetta ad importanti oscillazioni di prezzo (nell’ultimo anno è aumentato dell’8,6%), che avrebbero inevitabili ricadute sul prezzo dell’energia prodotta; ● La combustione di gas naturale in centrali a turbogas, come sottolineato da esperti del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dà origine ad emissioni di polveri sottili (in progetti analoghi si parla di 30 tonnellate per anno di polveri secondarie, 1/10 dell’inquinamento da polveri generato dal traffico dell’intera città di Bologna), potenziali cause di malattie dell’apparato respiratorio e cardio-circolatorio (tumori, enfisemi, asme ed allergie); la collocazione della Centrale nella conca dell’area industriale, vista l’altezza della ciminiera per i gas di scarico e le modalità di propagazione dei fumi, non può escludere la diffusione delle polveri nel centro abitato e nelle zone adiacenti; ● La Centrale produrrebbe energia soprattutto in estate per far fronte ai picchi di richiesta dovuti ai condizionatori usati in pianura. La Centrale, per il raffreddamento degli impianti, ha bisogno di un prelievo di acqua intorno ai 6 litri al secondo (il progetto dice 2,8, ma stime su altre centrali analoghe mettono in dubbio questa cifra): non ci sono garanzie è che rimanga il Deflusso Minimo Vitale del fiume Taro. Inoltre, l’acqua rilasciata avrebbe una temperatura 25°C maggiore di quella del prelievo: l’ecosistema e la biodiversità del fiume sarebbero definitivamente compromessi. La multinazionale Duferco – Dufenergy propone un progetto alieno al territorio e privo di un indotto occupazionale nella valle: infatti, da una parte i 15 posti di lavoro previsti nella Centrale sarebbero altamente specializzati e quindi difficilmente rintracciabili in loco, dall’altra il progetto non valorizza le potenziali risorse locali e non innesca nuove filiere produttive. A partire dal presupposto che il progetto di Centrale dovrebbe essere analizzato attraverso uno Studio di Impatto Ambientale (SIA), viste le perplessita sul merito e le ambiguita del progetto di Centrale, vista la tecnologia obsoleta utilizzata dai dispositivi a turbogas, vista la presenza di potenzialita energetiche locali, viste le politiche comunali per il rafforzamento del settore turistico - ricettivo, vista la presenza di abilita e competenze professionali locali, il Gruppo di cittadini propone una collaborazione al Comune e tutte le realta' civili e produttive per la redazione di un Piano Energetico Locale che provveda al fabbisogno locale di energia, avvalendosi di un sistema di generazione distribuita fondato su: ● Programma di ricerca sulle potenzialità energetiche locali (fotovoltaico, solare termico, eolico e mini-eolico, biogas ottenuto dalla digestione anaerobica di biomassa, reflui urbani e scarti organici, produzione di energia dalla gassificazione di residui di legname nei boschi, deiezioni di stalle ed allevamenti); ● Attivazione di filiere locali agricole e per la produzione di materiali edili a basso impatto ambientale, che diano origine a sviluppo territoriale ed occupazione; ● Produzione di energia da fonti rinnovabili e con tecnologie eco-compatibili a basso impatto ambientale. Il Comitato per un Piano Energetico Locale si fa promotore di una strategia lungimirante che non comprometta l’ambiente dell’alta valle e anzi ne valorizzi le potenzialita e le peculiarita. Il Comitato per un Piano Energetico Locale propone di utilizzare al meglio le occasioni di sviluppo fornite dalle risorse locali, offrendo al corpo sociale, e ai giovani soprattutto, nuove opportunita occupazionali e la possibilita di avviare una rinnovata sinergia con il territorio. GRUPPO PER UN PIANO ENERGETICO LOCALE
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto