CONSIGLI PER GLI ACQUISTI



Valmozzola: a rischio 15 famiglie ed un’azienda agricola

Valmozzola: a rischio 15 famiglie ed un’azienda agricola

31 Dic 2010

La melma viaggia a 10 km al giorno

E’ una frana complessa quella del Lamino, nel comune di Valmozzola. Una massa di terra che avanza con moto rotatorio per un chilometro e mezzo, per poi compiere un salto di alcuni metri, una vera e propria colata di fango che si mischia all’acqua delle sorgenti e, più liquida, riprende rapidamente la discesa verso valle, lungo il rio delle Marne. Una caduta rapida di melma che, a una velocità di dieci metri al giorno, raggiunge il letto del Taro.    Sul ponte della Fondovalle, la provinciale 308, unico ostacolo nell’incedere della frana rimasta inattiva dal 1946, è arrivata, ieri mattina, l’assessore regionale alla Difesa del Suolo, Paola Gazzolo, per compiere insieme al presidente della Provincia, Vincenzo Bernazzoli, al sindaco di Valmozzola Claudio Alzapiedi e ai tecnici della Provincia di Parma, della Regione e dell’Agenzia di Protezione Civile, una valutazione sulle possibili soluzioni. Il sopralluogo si è svolto in diversi punti lungo il fronte della frana: salendo a monte, al “motore” che genera lo smottamento, poi a metà strada alla strozzatura o bocca di forno, quasi una betoniera che impasta fango e acqua, fino a valle. E’ lì che, seguendo le indicazioni del Servizio Viabilità della Provincia, si lavora con lo scavatore per tenere il più sgombro possibile la luce del ponte, evitando che la frana se lo porti via.  Ed è sempre lì che svolgono il monitoraggio i volontari della Protezione Civile che controllano l’andamento della frana. Con Gazzolo, Bernazzoli e il sindaco Azapiedi, (presenti anche assessori comunali), c’erano gli assessori provinciali Andrea Fellini (Viabilità) e Ugo Danni (Difesa del suolo), il responsabile del Servizio gestione emergenze della Protezione civile regionale Maurizio Mainetti, il responsabile del Servizio Tecnico di Bacino Gianfranco Larini, i dirigenti della Provincia Ermes Mari (viabilità) e Gabriele Alifraco (Ambiente), tecnici del Servizio sismico e dei suoli della Regione. Dopo il sopralluogo amministratori e tecnici hanno individuato alcuni approfondimenti a cui dare corso per scegliere la migliore soluzione possibile. Due sostanzialmente le ipotesi da verificare: quella meno onerosa e più rapida comporterebbe il proseguimento dell’attuale gestione della frana, con un attento monitoraggio e rimozione del fango dalle arcate del ponte. Quando la stagione lo permetterà verrà eseguito un drenaggio superficiale per canalizzare l’acqua, rallentando così il cammino della frana e favorendo la sua stabilizzazione con opere di manutenzione. La seconda ipotesi, più onerosa e con tempi di realizzazione più lunghi, prevede la sostituzione del ponte con un nuovo viadotto. Su entrambe si produrrà una stima dei costi e una verifica di fattibilità. Fra gli elementi al centro dell’attenzione degli amministratori anche  quello della strada Lamino che, se compromessa dalla situazione di smottamento, comporterebbe l’isolamento della quindicina di famiglie che abitano la frazione oltre che di un’azienda agricola.  “E’ un problema complesso – ha commentato Bernazzoli al termine dell’incontro – abbiamo però necessità di individuare  in tempi brevi una soluzione. Abbiamo quindi bisogno di recuperare risorse importanti perché non è possibile gestire con risorse ordinarie un problema di questo genere  e abbiamo al necessità di decidere se si vuole fare un intervento strutturale, rifacendo un viadotto di più ampie dimensioni e o se si gestisce l’esistente, con una manutenzione straordinaria. Tutte soluzioni costose e molto diverse fra loro. Nel giro di dieci giorni individueremo quella da perseguire”.    
| | altro

RADIO TELE APPENNINO PARMA S.R.L.

P.Iva 01546800341
N REA: 161859
CAPITALE SOCIALE : € 10.000,00
Posta elettronica: info@videotaro.it

Direttore responsabile: Claudio Bertani

Redattore capo: Roberta Maggioni

Collaboratori: Pier Luigi Previ, Stefano Berni, Salvatore Pizzo, Silvia Calici, Emanuele Berni

Tel. +39 0525 990356
Fax +39 0525 990800
E-mail: info@videotaro.it

ULTIMI COMMENTI FATTI


John Sabini - Parma (07.10.17)
Cosa serve il sindaco di Borgotaro? E un grande oratore, ma quando ha finito di parlare la gente si chiede," Cosa ha detto"??? Mi chiedo," Quanti sindaci ci sono con il coraggio di Luigi Lucchi di Berceto in Italia? molto pochi". E' il Coraggio che fa' un vero uomo, non le chiacchiere come il sindaco a Borgotaro

Patrizia brogati - Borgo val di taro (31.10.16)
Buona sera volevo ringraziare RTA per le condoglianze al mio papà Brigati Luigi , grazie di cuore

John Sabini - Parma (16.01.16)
BERNI: Vattene tu e le tue chiacchiere. Ci ricordiamo del SIC

lorenzo delnevo - borgotaro (23.02.15)
Gentili collaboratori di videotaro
Nel novembre scorso vi avevo segnalato il mancato rispetto del divieto di attraversare i binari che in più occasioni ho avuto modo di constatare alla stazione del nostro capoluogo.vedo che nessuno ha raccolto la segnalazione.chi deve far rispettare le regole è assente é sordo o cos altro?


john Sabini - Parma (18.12.14)
CARO SINDACO LUIGI LUCCHI: NOI TI AMIAMO E TI SOPORTIAMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE . Dispiace che viviamo in un paese dove la maggioranza e' rasegnata e senza spina d'orsale. Dispiace vederti a portare Avanti una battalia per migliorare L'Italia quasi tutto da solo. Dove sono gli altri sindaci???, tremano dalla paura??? L'ITALIA potra' migliorare solo con l'onesta'. Ci sono 4 criminalita' organizate in Italia, CAMORA, NDRANGETA, MAFIA E IL PD (PD), e noi continuamente li votiamo... Per 3 anni, ormai sto' seguendo sull'internet il M5S in PARLAMENTO E IN SENATO, e non ce' dubbio. RIMANE SOLO IL M5S SE VOGLIAMO UN PAESE MIGLIORE E ONESTO. Caro Sindaco LUCCHI: Grazie del tuo coraggio... A VOI ITALIANI: LI AVETE PRESI I 80 EURO??? ADESSO PAGATELI DA UNALTRA PARTE fools...

© 2010 RTA Tutti i diritti riservati | link utili | Note legali e condizioni di utilizzo | Tag : Diretta TV | By Web Progetto